Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

In Regione si lavora al bando “Tutto a Scuola”

L’assessore Leo ha incontrato dirigenti scolastici e sindacati per redigere un nuovo avviso pubblico “per dare più chance ai nostri alunni”

Un incontro proficuo con i 23 dirigenti scolastici responsabili degli Ambiti Territoriali Pugliesi della Scuola e con i sindacati finalizzato a raccogliere le istanze che vengono dal mondo della scuola per un provvedimento condiviso.

Sono queste le mosse preliminari messe in campo dall'assessore regionale all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo prima di licenziare il nuovo bando "Tutto a Scuola", che dovrebbe essere pubblicato nei primi giorni di ottobre.

Gli incontri, svolti insieme al Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale Anna Cammalleri, hanno fatto emergere alcune osservazioni e fornito utili consigli di cui tenere conto in sede di stesura, con la certezza da parte dell'assessore che si riuscirà a soddisfare tutte le istanze.
"Sono convinto- ha sottolineato Leo- che il bando sarà formulato in maniera aderente alle esigenze delle scuole".

Il bando, che ha sostituito da due anni a questa parte il precedente provvedimento di "Diritti a Scuola", si pone l'obiettivo di ridurre sensibilmente le differenze di competenze ed i fenomeni di esclusione sociale , tentando di offrire agli alunni una ulteriore offerta formativa con attività extracurriculare.

Infatti, conclude l'assessore all'istruzione pugliese – "Con Tutto a Scuola continueremo a insistere sul tema del rafforzamento delle competenze nell'istruzione primaria e secondaria, incidendo sul fenomeno della dispersione scolastica, sull'innalzamento dei livelli di apprendimento, sull'orientamento e sull'imprenditorialità, specie in materia di competenze linguistiche, e sull'inclusione sociale degli studenti più svantaggiati".
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.