vincenzo catanzaro
vincenzo catanzaro
Eventi e cultura

Gravina wake up, c'è Zizzed a Sanremo

L'artista gravinese all'Ariston come autore e produttore di Rocco Hunt

Il picco di ascolti per la prima puntata di Sanremo 2016 è suo. Rocco Hunt è salito sul palco del festival e ha conquistato il pubblico con il brano "Wake up", superando il 58 per cento di share e incassando anche il picco dei voti del pubblico.
Un successo che il giovane rapper condivide con gli autori del brano, Stefano Benussi e Vincenzo Catanzaro, gravinese doc emigrato in Lombardia per amore della musica.

Una vecchia conoscenza quella con Rocco Hunt, alla fonte Rocco Pagliarulo, che ha portato il vincitore di Sanremo giovani 2014 a chiedere la collaborazione di Catanzaro, Zizzed per il mondo della musica, a cui è stata affidata la stesura della base musicale.
"Il testo ci è subito piaciuto. Abbiamo abbozzato la base musicale e poi l'abbiamo provata a Milano con Rocco che ha registrato direttamente la voce sulla prima base. Ci è sembrato subito un buon pezzo" racconta Vincenzo mentre da Milano prepara la valigia per Sanremo.
Musica ma non solo.

"Nelle settimane in cui abbiamo lavorato sul pezzo a Rocco serviva una frase di chiusura – racconta Zizzed – e così tra una base e l'altra, l'ultima intuizione è stata mia: Tutti dietro le tastiere, e mo' chi a fa' a rivoluzione".
La sintesi dell'italiano medio, in pratica.
Concluso il brano è arrivata la decisione di presentarlo a Sanremo e l'inizio della lunga trafila sino all'annuncio in diretta durante Domenica In con la presentazione dei big in gara: "E' stato molto emozionante sentire il titolo del nostro testo in diretta. Dal giorno dopo ci siamo mesi a lavoro per completarlo ottimizzando al massimo gli strumenti. Però sentirlo ieri sul palco dell'Ariston suonata dall'orchestra è stata una cosa pazzesca, un'emozione unica".

Da oggi pomeriggio Vincenzo sarà a Sanremo per vivere in diretta la competizione sanremese con un brano che dalla sua prima uscita ha già conquistato il pubblico e anche una larga parte della critica musicale non solo per la musica e l'energia che sprigiona ma soprattutto per il testo.
"Wake up" è il grido di dolore di un'intera generazione di ragazzi, tra i 30 e 40 anni, condannati alla precarietà lavorativa e sociale. Giovani a cui in troppi hanno rubato il futuro ma che tuttavia hanno deciso di non arrendersi.

"E' inutile nascondersi, questo è il Sud Italia e questi sono i giovani italiani. Dobbiamo capire che la musica non è solo la sintesi di un amore strappalacrime ma è anche un mezzo per raccontare la realtà, per quanto difficile e amara possa essere".
Un testo che in tanti hanno apprezzato e che "speriamo arrivi sul podio" conclude l'artista gravinese.
  • Festival Sanremo
  • Vincenzo Zizzed Catanzaro
Altri contenuti a tema
Fabrizio Lombardi “ambasciatore di Gravina in terra ligure" Fabrizio Lombardi “ambasciatore di Gravina in terra ligure" Esperienza indimenticabile a CasaSanremo per il titolare del Fabrizio Wellness bar che ha deliziato gli illustri ospiti con i prodotti della nostra terra
"Terrazze Monachile" tra le eccellenze d’Italia "Terrazze Monachile" tra le eccellenze d’Italia Meritato riconoscimento a Sanremo per il ristorante di Nicola Palermo e Roberto D’Introno
Riconoscimento per Terrazza Monachile al “Premio Eccellenze d’Italia” Riconoscimento per Terrazza Monachile al “Premio Eccellenze d’Italia” Il ristorante a Polignano a Mare dei gravinesi Roberto Dintrono e Nico Palermo conquista la giuria sanremese grazie alla splendida location
L’Italian Beat band si esibisce a CasaSanremo L’Italian Beat band si esibisce a CasaSanremo Due gravinesi nel gruppo di musicisti pugliesi e lucani
1 Baglioni e Hunziker a Sanremo mangiano pugliese Baglioni e Hunziker a Sanremo mangiano pugliese Il pallone di Gravina protagonista delle cene sanremesi
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.