manifestazione cgil, cisl uil
manifestazione cgil, cisl uil
La città

Fondi europei, sindacati delusi

Per Cgil, Cisl e Uil gli altri Comuni si muovono, mentre a Gravina tutto tace

Era il 5 novembre quando le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil locali invitavano il sindaco Alesio Valente ad un confronto per discutere insieme delle eventuali progettazioni da presentare per il Piano Nazionale di Rinascita e Resilienza.

E' passato un mese, ma a quella richiesta non c'è stata ancora risposta. "Una sordità ed un rifiuto al confronto" che le organizzazioni sindacali non riescono a spiegarsi, nonostante la questione sia stata anche oggetto di interrogazione nel corso dello scorso consiglio comunale, datato 29 novembre. In quella circostanza il sindaco Valente minimizzò sull'accusa di ritardi da parte dell'amministrazione, affermando che non si era ancora "arrivati alla parte concreta", e che non si potevano ancora presentare progetti. "Siamo ancora nella fase di discussione della ripartizione dei fondi, dove il Sud è come sempre penalizzato" - aveva affermato il primo cittadino, volendo, poi, rassicurare tutti. "Non stiamo perdendo tempo, anzi… Non ci vogliamo sottrarre al confronto con i sindacati e nei prossimi giorni convocheremo il tavolo per capire quale è la loro posizione e quali i punti che ritengano centrali sui quali poter intervenire coinvolgendo anche una rappresentanza del consiglio" - aveva detto nel corso della seduta del consiglio comunale il sindaco per rispondere alle sollecitazioni provenienti dall'assise.

Ad oggi- constatano amaramente Cgil, Cisl e Uil- non ci è ancora pervenuta nessuna risposta. Eppure sui Pnrr e sul Piano Strategico dell'Area Metropolitana di Bari alcuni Comuni come Acquaviva, Altamura, Castellana, Giovinazzo, Palo e Molfetta stanno effettuando incontri con i Sindaci e le organizzazioni sindacali "per condividere una idea programmatica e progettuale per candidare i Comuni alle risorse e finanziamenti comunitari" – afferma Peppino Deleonardis, coordinatore della Camera del Lavoro di Gravina.

A Gravina invece tutto tace. Nessun riscontro alla richiesta d'incontro dello scorso 5 novembre da parte dell'amministrazione comunale e del primo cittadino Alesio Valente che – conclude Deleonardis- "continua a negarsi al confronto e preferire imperterrito il suo monologo con il suo popolo Facebook in chiara salsa populista e elettoralistica".
  • Sindacati
  • CGIL
  • CISL
  • UIL
Altri contenuti a tema
Parco eolico, la Cgil dice la sua Parco eolico, la Cgil dice la sua Considerazioni del sindacato a margine dell’incontro tenutosi a Palazzo di Città
Impianti eolici, la Cgil chiede incontro al commissario Impianti eolici, la Cgil chiede incontro al commissario Preoccupazione espressa del sindacato che intende discuterne con la società proponente
Cgil, Cisl e Uil chiedono incontro al commissario Riflesso Cgil, Cisl e Uil chiedono incontro al commissario Riflesso Avviare un tavolo di concertazione in vista dei progetti da candidare al Pnrr e dei Por regionali
1 Cgil: amministrazione Valente senza una visione Cgil: amministrazione Valente senza una visione Il sindacato critica anche l'assenza dei processi di partecipazione
6 Pnrr, il silenzio del Comune preoccupa i sindacati Pnrr, il silenzio del Comune preoccupa i sindacati Delusione per i mancati risultati di Gravina
Fondi europei, i sindacati chiedono incontro a Valente Fondi europei, i sindacati chiedono incontro a Valente Per Cgil, Cisl e Uil serve confronto su Pnrr
Attacco alla Cgil a Roma, camera del lavoro aperta a Gravina Attacco alla Cgil a Roma, camera del lavoro aperta a Gravina Una iniziativa in difesa della democrazia e dei lavoratori
1 Progetti utili alla collettività, Cgil chiede incontro al sindaco Progetti utili alla collettività, Cgil chiede incontro al sindaco "Far partire i Puc per impiegare i beneficiari del Reddito di cittadinanza"
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.