Endometriosi - APE
Endometriosi - APE
Eventi e cultura

Endometriosi: il potere dell’informazione per una diagnosi precoce

L'APE organizza un convegno alle Officine Culturali

Nell'ambito della sua attività d'informazione, sensibilizzazione e sostegno alle donne affette da endometriosi, A.P.E. Onlus, (Associazione Progetto Endometriosi), organizza per venerdì 7 ottobre alle ore 17.00, presso le Officine Culturali di Via San Vito Vecchio 8 a Gravina in Puglia, una conferenza pubblica dal titolo "Endometriosi: il potere dell'informazione per una diagnosi precoce".

L'evento, organizzato con il Patrocinio del Comune di Gravina, sarà un momento di confronto e dibattito sull'endometriosi, malattia cronica e dolorosa che affligge in Italia oltre 3 milioni di donne in età fertile e nel mondo circa 150 milioni e su quanto sia importante l'informazione per ridurre i tempi di diagnosi e permettere quindi una migliore qualità della vita alle donne che ne sono affette.

A introdurre la conferenza sarà Rosa Raspatella, referente di A.P.E. Onlus, che spiegherà l' importanza delle associazioni di pazienti e ne illustrerà le attività.
Relatori dell'incontro, moderato da Mariella Piscopo, giornalista e Ufficio Stampa di A.P.E. Onlus, saranno: il Dott. Marco Scioscia, Unità operativa di Ginecologia e Ostetricia dell' Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Vr), che approfondirà il tema dell'endometriosi; il Dott. Riccardo Scardapane, Professore Associato di Diagnostica per Immagini presso l'Azienda Ospedaliero Universitaria " Policlinico" di Bari, che parlerà degli esami di indagine strumentale necessari alla prevenzione; la Dr.ssa Anjelica Montinari, Ostetrica, che affronterà l'argomento della prevenzione attraverso l'informazione e spiegherà l'importanza dei progetti di informazione nelle scuole sostenuti da A.P.E.; la Dr.ssa Maria Foggetta, Psicologa.

Da anni l' A.P.E. Onlus, un gruppo di donne affette da endometriosi che si basa sul reciproco sostegno, conforto e aiuto è impegnata in un'importante campagna di sensibilizzazione sull'endometriosi, anche nelle scuole superiori grazie al progetto Comprend-Endo, iniziativa rivolta alle giovani studentesse con l'obiettivo di fornire loro informazioni sull'endometriosi e i suoi sintomi. In occasione della conferenza verranno presentati i risultati dei questionari proposti alle ragazze delle scuole superiori di Gravina in Puglia, proprio nell'ambito di questo progetto.

La conferenza è gratuita e aperta a tutta la cittadinanza.
  • Officine Culturali Peppino Impastato
  • Convegno
Altri contenuti a tema
Gravina aderisce alla rete “Galattica” Gravina aderisce alla rete “Galattica” La Regione Puglia finanzia la candidatura con 50 mila euro
“Prendiamo a calci la droga aiutiamo i nostri figli”, il convegno dell’ASD Calcio Promotion domenica 4 dicembre “Prendiamo a calci la droga aiutiamo i nostri figli”, il convegno dell’ASD Calcio Promotion
Convegno del CIM in occasione dell'Assemblea Generale Convegno del CIM in occasione dell'Assemblea Generale Incontro aperto a tutti mercoledì 23 novembre su opportunità e sviluppo
La IV commissione consiliare discute del rischio intossicazione da funghi La IV commissione consiliare discute del rischio intossicazione da funghi Sentiti i funzionari dell'Ispettorato micologico del Dipartimento di prevenzione dell'Asl
ITS Cuccovillo: Il futuro ora ITS Cuccovillo: Il futuro ora Nasce il corso “supertecnico sistema casa”
Si formano ad Altamura i supertecnici del sistema casa Si formano ad Altamura i supertecnici del sistema casa Il nuovo volano per lo sviluppo del territorio e del Made in Italy
Alle officine Culturali presentato il progetto WISEAIR Alle officine Culturali presentato il progetto WISEAIR Un servizio di monitoraggio della qualità dell’aria nella città di Gravina
Action, attivati per il tuo futuro Action, attivati per il tuo futuro Ad Hortus Presentazione del progetto
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.