cinghiale
cinghiale
Territorio

Emergenza cinghiali, il Parco intensifica attività

Il presidente Tarantini: “Urgente agire in modo sinergico”

Il numero di incidenti provocati dalla copiosa presenza di cinghiali nell'area perimetrale del Parco dell'Alta Murgia non si conta più. Non ultimo l'episodio che ha visto coinvolta una fiat panda nei pressi di Castel Del Monte, investita da un ungulato di enorme dimensioni. Un problema che dall'ente Parco non stanno sottovalutando, visti anche i provvedimenti e gli interventi messi in campo.

Questa la rassicurazione del presidente dell'Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia, Francesco Tarantini, che ha voluto solidarizzare con le vittime dell'ennesimo incidente causato dai cinghiali, come più volte ripetuto pericolosi sia per l'agricoltura che per l'incolumità delle persone. Il presidente del Parco dell'Alta Murgia non nasconde le difficoltà a contenere il fenomeno, vista l'alta prolificità dell'animale, anche se le iniziative non mancano e sono testimoniate dai numeri: 300 i cinghiali catturati negli ultimi mesi, di cui una ventina solo negli ultimi giorni.

Ma l'intenzione- conferma Tarantini- è quella di "mettere in campo azioni più efficaci di quelle finora attuate, che includono l'attivazione del selecontrollo nelle aree contigue dell'Alta Murgia". Insomma, dal Parco non stanno con le mani in mano per affrontare quella che è una vera e propria emergenza, .

Un problema, però, che va affrontato in sinergia con altre istituzioni. "Siamo davanti a un problema complesso per il quale è necessario il coinvolgimento della Regione e delle altre aree protette regionali e nazionali. Oggi più che mai è urgente agire in modo sinergico"- ha concluso il Presidente del Parco Nazionale dell'Alta Murgia.
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Altri contenuti a tema
Sacchetti di plastica vietati, controlli nei Comuni del Parco Sacchetti di plastica vietati, controlli nei Comuni del Parco Attività dei Carabinieri del Reparto forestale Alta Murgia
Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Cinghiali nel Parco dell'Alta Murgia, aumentano le catture Sono ancora tanti ma popolazione inizia a ridursi
Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Parco Alta Murgia: bilancio dei Carabinieri su attività a tutela dell’area protetta Aumenta il numero dei controlli e diminuisce quello dei reati
Parco dell'Alta Murgia, eliminata infestazione dalla pianta ailanto Parco dell'Alta Murgia, eliminata infestazione dalla pianta ailanto Una specie asiatica molto invasiva
Il "Pallone" di Gravina in vetrina al Cheese 2019 Il "Pallone" di Gravina in vetrina al Cheese 2019 L'Alta Murgia presente alla fiera del formaggio di Bra (Cuneo)
Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Cinghiali: un piano in cinque azioni del Parco dell'Alta Murgia Con Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni per affrontare il problema degli ungulati
Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Lupi e cinghiali nel Parco, Coldiretti chiede interventi a tutela di agricoltori e allevatori Incontro con il nuovo presidente Tarantini
Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Cambiamenti climatici: 3,8 milioni di euro per il Parco della Murgia Il Ministero dell’ambiente affida ai parchi nazionali le risorse per la mitigazione e l’adattamento dei cambiamenti climatici
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.