ecopulizia
ecopulizia
La città

Ecopulizia, volontari al lavoro

Raccolti rifiuti nelle periferie. Piantati alberi e seminati semi per una città più sostenibile

60 sacchi ricolmi di immondizia. 60 buste nere piene di rifiuti attraverso le quali si è voluto lanciare un messaggio chiaro e scritto con vernice indelebile. "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo!"- è la scritta che volontari di tutte le età e militanti del gruppo di Fridays for FUTURE – Gravina hanno raccolto ai margini delle strade periferiche della città.

Una giornata di "ecopulizia" per lanciare un monito a chi, incurante del rispetto per l'igiene, per il pubblico decoro cittadino e la salute dell'ambiente, ha deciso di abbandonare dei rifiuti ai cigli delle strade.

Rifiuti di ogni sorta, che i pazienti "ecovolontari", armati di guanti e sacchi per la raccolta, ma anche di pale, zappe, rastrelli hanno raccolto in quelle che in alcuni casi sono diventate delle vere e proprie discariche a cielo aperto, con la presenza anche di rifiuti speciali come catrame, farmaci e siringhe.

Per render ancora più esemplare il messaggio i rastrellatori volontari di rifiuti hanno deciso di piantare proprio nelle aree che versavano in uno stato estremo di degrado, sette querce messe a disposizione dall'amministrazione comunale e hanno anche seminato una moltitudine di semi autoctoni, significativamente proprio a novembre: mese tradizionalmente consacrato alla raccolta delle olive, ma anche mese dedicato agli alberi e alla ricostruzione della biodiversità.

Un bisogno espresso dalle nuove generazioni e girato alla pubblica amministrazione. Tant'è che – fanno sapere gli organizzatori dell'attività di ecopulizia- "Nei prossimi giorni sarà aperto un tavolo tecnico in cui si pianificheranno gli interventi futuri e si chiariranno le responsabilità di ognuno di fronte alla crisi ambientale che ovunque nel mondo sta smuovendo le coscienze e le finanze e che, qui a Gravina, invece, sembrerebbe non essere proprio in atto".

Ed è proprio dal motto del movimento nato dal basso "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" che si intende partire per invertire la rotta, auspicando un futuro migliore in cui ognuno sarà importante, consapevole, presente, informato: "un futuro finalmente sostenibile"- concludono i promotori dell'iniziativa.
4 fotoecopulizia
ecopuliziaecopuliziaecopuliziaecopulizia
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
Chiudono i centri comunali di raccolta dell’Aro Ba/4 Chiudono i centri comunali di raccolta dell’Aro Ba/4 Un atto di responsabilità come misura per fronteggiare l'emergenza sanitaria
1 Abbandono di rifiuti, multe nel Parco dell'Alta Murgia Abbandono di rifiuti, multe nel Parco dell'Alta Murgia Carabinieri forestali controllano e sanzionano con le fototrappole
Centro comunale di raccolta, disco verde della giunta al progetto Centro comunale di raccolta, disco verde della giunta al progetto Approvato il progetto esecutivo dell'impianto in contrada Cozzarolo
Ritiro delle buste: cambia il punto di distribuzione Ritiro delle buste: cambia il punto di distribuzione Bisogna recarsi al centro comunale di raccolta
"Rifiuti: ora abbattere i costi e combattere gli abbandoni" "Rifiuti: ora abbattere i costi e combattere gli abbandoni" Dopo l'incremento della raccolta differenziata, questi i nuovi obiettivi
4 Rifiuti, cresce la raccolta differenziata nell’Aro Ba/4 Rifiuti, cresce la raccolta differenziata nell’Aro Ba/4 Nel 2019 la percentuale di raccolta è pari al 70,27%. Soddisfatto Valente
Raccolta differenziata, nel periodo delle feste modifiche al calendario di raccolta Raccolta differenziata, nel periodo delle feste modifiche al calendario di raccolta Fino al 6 gennaio, solo per le utenze domestiche
Rifiuti: nasce società impianti Puglia Rifiuti: nasce società impianti Puglia Regione prevede 7 nuove strutture compostaggio in piano settore
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.