Donne migranti nuova speranza
Donne migranti nuova speranza
Convegni

Donne migranti invisibili agli occhi

Ecco i punti principali del convegno targato Lions Club

Le donne occidentali per millenni hanno vissuto nell'ombra e dura è stata la conquista della visibilità in una società che è sempre stata penalizzante nei confronti della figura femminile, visibilità concessa solo negli ultimi decenni. Le donne migranti invece sono ancora invisibili agli occhi.

Questo il tema principale del convegno "Donne migranti, nuova speranza", organizzato dal Club Lions Altamura Host, tenutosi in data Venerdì 11 Marzo presso la sala convegni della Banca Popolare di Puglia e Basilicata a Gravina. Evento coordinato dalla Dott.ssa Marina Dimattia, Giornalista, al quale hanno partecipato in qualità di relatori il Prof. Filippo Tarantino, autore del libro "L'umanesimo mediterraneo", la Professoressa di Filosofia, Francesca Romana Recchia Luciani, Università di Bari e il Dr. Gianni Dirienzo dell'ASL Bari in "Medicina per i migranti"; cerimoniere Rossana Galantucci, socia Lions, e a concludere, il Dr. Ferri, Presidente del distretto 108Ab-Puglia.

Straniero, estraneo, intruso. Derivano tutte dalla stessa radice etimologica e indicano un qualcosa che crea disordine. La reazione dell'uomo verso fenomeni importanti come quello della migrazione è smarrimento, e spesso viene visto come una rottura dell'equilibrio. "Ma se ci soffermassimo a pensare che la cultura è stratificazione, confronto con un qualcosa di nuovo e conoscenza del diverso, eliminando il rifiuto di esplorare una nuova realtà ed il pregiudizio, riusciremmo a percepire il valore e a concepire la migrazione come un dono. – ha affermato la Prof.ssa di Filosofia – All'istintiva reazione di paura, dobbiamo contrapporre una razionalizzazione mirata all'accettazione del nuovo."

Nell'antichità l'ospitalità era considerata una tradizione sacra. Si dovrebbe prendere spunto dai classici antichi, ad esempio l'Eneide: come Didone accolse Enea nella sua reggia, così si dovrebbe ospitare i migranti. È inconcepibile che il Mediterraneo, considerato da sempre la culla della civiltà, stia diventando la tomba della civiltà: oltre 15000 sono i corpi inghiottiti dalle acque. 232 milioni di emigrati di cui 44 milioni fuggono dalla guerra e altri 24 dalle persecuzioni religiose e circa la metà sono donne. Numeri che non devono lasciare indifferenti, in quanto ogni uomo è cittadino del mondo.

Di forte impatto il messaggio lanciato dal Prof. Filippo Tarantino: "Non dobbiamo chiedere loro perché scappi dal tuo Paese, ma cosa posso fare per te? Accoglienza e cultura sono le basi per una convivenza con l'altro che ha un colore diverso della pelle, parla una lingua diversa dalla nostra, ma conserva i nostri stessi sentimenti e i nostri stessi diritti di uomo: dignità umana, libertà, solidarietà, giustizia, cittadinanza."

Il fine del convegno era quello di dimostrare che una sana convivenza con i migranti è possibile e a testimoniare questa affermazione sono stati quattro ragazzi immigrati che hanno condiviso con il pubblico il proprio percorso di speranza.
23 fotoDonne migranti invisibili agli occhi
Donne migranti nuova speranza"Donne migranti, nuova speranza"Donne migranti nuova speranza"Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza""Donne migranti, nuova speranza"
  • Donne
  • Lions club
Altri contenuti a tema
Il prof. Schena a Gravina per una dieta del “chi mangia sano va lontano” Il prof. Schena a Gravina per una dieta del “chi mangia sano va lontano” Un incontro dei Lions per parlare salute, corretta alimentazione e stili di vita sani
1 Due bollini rosa all'Ospedale della Murgia Due bollini rosa all'Ospedale della Murgia Per l'attenzione alla salute femminile in vari reparti
1 Terza edizione del progetto “Il Gomitolo Rosa” Terza edizione del progetto “Il Gomitolo Rosa” Torna l’iniziativa della Federcasalinghe per promuovere l'artigianato artistico femminile
La politica è donna La politica è donna Ai microfoni di Gravinalife Maria Pina Digiesi e Rosa Cataldi
4 I Lions a sostegno degli scambi giovanili I Lions a sostegno degli scambi giovanili Tra Gravina e Altamura nasce un nuovo Lions Club
2 Il gravinese Domingo Pace, neo Coordinatore nazionale degli Scambi Giovanili Lions Il gravinese Domingo Pace, neo Coordinatore nazionale degli Scambi Giovanili Lions Resterà in carica per l'Anno Sociale 2017/2018
I Clubs Lions del territorio, uniti per la solidarietà I Clubs Lions del territorio, uniti per la solidarietà Scelgono il teatro per agevolare le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma
Parcheggi rosa: che fine ha fatto la cortesia? Parcheggi rosa: che fine ha fatto la cortesia? Il post di una neomamma apre un acceso dibattito sui social
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.