Diolovuole Band
Diolovuole Band
Eventi e cultura

“Diolovuole band", per Gravina una bella novità

La pop rock band cristiana si è esibita in un concerto-lancio del suo album “Periferie”

"Le periferie della nostra esistenza sono il luogo migliore per puntare al centro e fare centro". Poche parole che rappresentano l'essenza della "Diolovuole band".

Un sodalizio musicale nato sette anni orsono dalla mente di Pax Minuto, dal suo incontro con don Peppe Logruosso e dalla costante presenza del ricordo di parole e azioni di don Tonino Bello: vera guida ispiratrice del gruppo musicale, insieme a Papa Francesco e alla sua attenzione verso gli ultimi.

Infatti, "la band porta nella musica la memoria viva di Don Tonino Bello, poiché attraverso un linguaggio musicale giovanile parla di periferie" – ha sottolineato il vescovo della diocesi Mons. Giovanni Ricchiuti, erede spirituale di don Tonino, in quanto attuale presidente nazionale di Pax Christi, movimento del quale Bello fu a capo dal 1985 al 1993, anno della sua morte.

Un gruppo musicale composta da Venti artisti messi insieme da Pax Minuto, accomunati dalla passione per la musica e dal messaggio di pace e di fratellanza che tracima dalle loro canzoni.

La pop rock band cristiana mercoledì sera si è esibita sul sagrato della chiesa Spirito Santo in un concerto di lancio dell'album d'esordio "Periferie", pubblicato dalle Paoline Editoriale Audiovisivi che- spiega Suor Livia Sabatti, responsabile del settore musicale Paoline Audiovisivi e vicepresidente AFI associazione fonografici italiani- "ha sposato immediatamente il progetto per via della sua capacità di esprimere temi forti, vestendoli di musica moderna: un mix vincente" .

Un cd composto da tredici brani che contiene anche il brano "Invisibili", che sul web è riuscito a mettere insieme oltre un milione di visualizzazioni.

Numeri che fanno ben sperare per il proseguo dell'attività della band. Anche perché il sogno è quello di aprirsi al grande pubblico, di crescere. Il desiderio è quella andare oltre "l'offerta di un servizio e le esperienze nelle diocesi" dichiarata dall'autore dei testi di tutte le canzoni, Don Peppe Logruosso. La speranza è quella di far conoscere la propria musica nei circuiti commerciali. Ma è possibile tutto ciò? E' possibile sdoganare la musica pop rock cristiana? "E' difficile. C'è molta resistenza.- confessa Suor Livia- ma è una battaglia che vogliamo portare avanti".

E allora ben venga il messaggio del vescovo Ricchiuti "vi auguro di raggiungere due miliardi di visualizzazioni", che suona di buon auspicio per gli scatenati componenti della "Diolovuole Band".

Roberto Varvara
16 fotodiolovuole band
diolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole banddiolovuole band
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.