Agricoltore
Agricoltore
Territorio

Deroga Pac proposta dall’UE: Critica Confagricoltura Bari-Bat

Il presidente Massimiliano Del Core: “Limitata l’efficacia della misura”

Nuova deroga sulla Pac da parte della Commissione Europea che ha comunicato come, per accedere agli aiuti dell'Europa, gli agricoltori dovranno lasciare delle quote di terreni a riposo. Una decisione che non ha convinto il mondo agricolo. Affermazioni censurabili, secondo il presidente di Confagricoltura Bari-Bat, Massimiliano Del Core. Il rappresentante dell'associazione degli agricoltori contesta la Pac che -a suo dire - necessità di modifiche. Per Del Core "questa è una proposta debole e insufficiente".

Infatti, se la Pac stabilisce che, per accedere agli aiuti comunitari, occorre lasciare delle quote di terreni a riposo, Bruxelles propone delle deroghe a questo obbligo per il 2024.
"Secondo la proposta la deroga è concessa a condizione che l'agricoltore destini il 7% dei seminativi a elementi caratteristici del paesaggio, inclusa la messa a riposo, o a colture azotofissatrici e intercalari senza però ricorrere all'uso di fitofarmaci" -sottolinea Del Core. Tant'è che -spiegano da Confagricoltura - per ricevere il sostegno della Pac gli agricoltori devono rispettare una serie rafforzata di nove standard benefici per l'ambiente e il clima.
"Con queste condizioni, la deroga risulta poco attuabile e, quindi, poco utile. Ritengo che presenta troppe condizioni da limitare in modo significativo l'efficacia della stessa" - sono le considerazioni di Del Core.

Insomma, un provvedimento che non va bene e che andrebbe rivisto. Per questo l'organizzazione che tutela gli agricoltori è già a lavoro per intavolare discussioni e trattative, dialogando con le associazioni agricole anche di altri stati della Comunità Europea, per ottenere delle modifiche indispensabili.
  • Agricoltura
  • Confagricoltura
Altri contenuti a tema
Nuovo bando per Investimenti strutturali in aziende agricole Nuovo bando per Investimenti strutturali in aziende agricole 50 milioni di euro dalla sottomisura 4.1 A per gli imprenditori agricoli che intendono modernizzare la propria azienda
Ondata di maltempo, agricoltura in ginocchio Ondata di maltempo, agricoltura in ginocchio Meliddo chiede di avviare l’iter per lo stato di calamità naturale
Danni all’agricoltura, Varrese scrive a Pentassuglia Danni all’agricoltura, Varrese scrive a Pentassuglia Emergenza comparto agricolo locale
Alla Seminasodo un incontro sull’agricoltura di precisione Alla Seminasodo un incontro sull’agricoltura di precisione Rappresentanti di 13 paesi del Mediterraneo giunti a Gravina per l'evento
LiberiAgricoltori: crisi del grano, prezzi non trasparenti LiberiAgricoltori: crisi del grano, prezzi non trasparenti Viscanti: "C'è sempre meno voglia di seminare. Attivare la commissione nazionale (Cun)"
La Valle Verde srl- La Seminasodo, azienda orgoglio gravinese La Valle Verde srl- La Seminasodo, azienda orgoglio gravinese Leader nel settore dei macchinari innovativi per l’agricoltura conservativa dal 1994. Presente alla prossima Fiera San Giorgio
Siccità, avviso per aiuti all’agricoltura Siccità, avviso per aiuti all’agricoltura Termine ultimo per la presentazione delle domande fissato al 20 febbraio
Agricoltura, dalla Regione pronti sei nuovi avvisi Agricoltura, dalla Regione pronti sei nuovi avvisi Contributi a sostegno delle imprese agricole per contrastare la crisi dovuta alla guerra e per investimenti strutturali
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.