Nucleare, territori potenzialmente idonei
Nucleare, territori potenzialmente idonei
La città

Deposito nucleare, il consiglio comunale ribadisce il no

Documento approvato all'unanimità

Il consiglio comunale di Gravina, all'unanimità e senza differenze di appartenenza, ribadisce la propria contrarietà ad ospitare sul territorio cittadino il deposito nazionale di scorie radioattive. "Il Comune di Gravina è un comune denuclearizzato"- hanno detto a chiare lettere i consiglieri comunali, convocati in seduta per approvare un ordine del giorno che richiamasse con forza le volontà dell'intera comunità gravinese.

"Non c'è nessuna sindrome Nimby: Questo territorio ha fatto scelte diverse"- ha ribadito il sindaco Valente, che ha criticato il metodo con cui si sta procedendo per l'individuazione del sito. "Si poteva partire da un bando per i comuni che aderivano ai ristori e poi fare la scelta in base all'idoneità"- ha affermato il primo cittadino, che nel riepilogare quanto finora messo in campo dall'amministrazione e dai comuni e regioni interessati, ha sottolineato come in questa prima fase la questione sia tecnica e non politica, e di come quindi sia necessario produrre delle precise osservazioni. "Una macchina da guerra senza precedenti quella messa in campo dai comuni e dalla regione Puglia per scongiurare l'allocazione del deposito nucleare"- ha aggiunto l'assessore all'ambiente Aldo Dibattista, che ha ribadito la necessità di agire in questa fase sul piano tecnico e non emotivo.

Per fare ciò al meglio, occorrerebbe avere più tempo: per questo nell'ordine del giorno si chiede un allungamento dei termini di consegna delle osservazioni e si auspica l'istituzione di un tavolo di concertazione permanente tra le regioni Puglia e Basilicata, per coordinare le iniziative finalizzate a scongiurare l'allocazione del deposito in uno dei siti delle due regioni. Tutti i gruppi politici rappresentati nel consiglio, (che hanno contribuito alla stesura dell'ordine del giorno, ovviamente approvato all'unanimità), sono intervenuti nel dibattito consiliare, ribandendo la propria contrarietà al deposito.

Foto dell'o.d.g. approvato dal consiglio comunale di Gravina
4 fotoodg deposito scorie
o.d.g. deposito scorie . consiglio comunaleo.d.g. deposito scorie . consiglio comunaleo.d.g. deposito scorie . consiglio comunaleo.d.g. deposito scorie . consiglio comunale
  • Consiglio Comunale
  • Scorie
  • Scorie nucleari
  • Deposito Nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, continua la battaglia Deposito nucleare, continua la battaglia Si prevedono una mobilitazione e un consiglio comunale allargato
Il Comitato no scorie scende in piazza Il Comitato no scorie scende in piazza Manifestazione del comitato di consultazione popolare contro il deposito nucleare
Il Comitato “No Scorie” scende in piazza Il Comitato “No Scorie” scende in piazza Il 4 giugno iniziativa per ribadire l'opposizione al deposito nucleare
Lavori in galleria sulla statale 96, disagi in città per il traffico Lavori in galleria sulla statale 96, disagi in città per il traffico La discussione arriva in consiglio comunale
Allestimenti esterni, modificato il regolamento Allestimenti esterni, modificato il regolamento Sui "dehors" approvate integrazioni in consiglio comunale
Tavolini e sedie all'aperto, all'esame del consiglio comunale Tavolini e sedie all'aperto, all'esame del consiglio comunale Tra i punti manca all’appello il bilancio
Deposito nucleare, schiarita nei rapporti tra comitato e Comune Deposito nucleare, schiarita nei rapporti tra comitato e Comune Lettera al sindaco per superare incomprensioni
Deposito nucleare, il comitato cittadino invita all’unità Deposito nucleare, il comitato cittadino invita all’unità Costruire ampie alleanze per dire no al deposito nucleare in località Zingariello
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.