abiti usati
abiti usati
La città

Abiti usati abbandonati per strada, l’amministrazione fa sul serio

Assessore Calculli annuncia: "Fototrappole in zona"

Pazienza. Tanta pazienza e soprattutto occorre tornare, riprovare per evitare che una buona azione diventi una manifestazione di totale menefreghismo. Il riferimento è alla pratica sempre più diffusa ma molto poco edificante, tra i cittadini che abbandonano ambiti sui marciapiedi nei pressi della pineta comunale. L'intento è quello di portare l'abbigliamento usato nelle sedi di alcune onlus che operano nel sociale a cui è deputato il compito di distribuire la roba tra i bisognosi. Onlus che non sempre apro le loro sedi.

E allora come fare per svuotare efficacemente l'armadio? Semplice. Abbandonare buste e pacchi sul marciapiede alla mercé di cani, buontemponi e intemperie vanificando completamente quella che poteva essere una buona azione. Perché gli abiti abbandonati sulla sede stradale diventano rifiuto e vengono prelevati dagli addetti e portati al centro di raccolta per essere buttati. La questione è già stata sottoposta all'attenzione ella pubblica amministrazione firmataria di due convenzioni con altrettante onlus cittadine deputate alla raccolta degli abiti.

Per stanare gli sporcaccioni, già nei mesi scorsi è stata istallata una telecamera nei pressi del parco cittadino ma dall'assessore al decoro urbano Paolo Calculli arriva la notizia che è intenzione della giunta comunale istallare alcune fototrappole nella zona per individuare gli incivili che abbandonano gli abiti.

Antonella Testini
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
Rifiuti: nasce società impianti Puglia Rifiuti: nasce società impianti Puglia Regione prevede 7 nuove strutture compostaggio in piano settore
1 Ecopulizia, volontari al lavoro Ecopulizia, volontari al lavoro Raccolti rifiuti nelle periferie. Piantati alberi e seminati semi per una città più sostenibile
Rifiuti: un Ccr a Gravina, arriva la firma del contratto Rifiuti: un Ccr a Gravina, arriva la firma del contratto Sei mesi per la realizzazione del centro di raccolta comunale
Rifiuti ingombranti: molte richieste per il ritiro a domicilio Rifiuti ingombranti: molte richieste per il ritiro a domicilio Oltre 5187 interventi di prelievo nei Comuni dell’Aro Ba/4
Centri comunali di raccolta, si attende la firma del contratto Centri comunali di raccolta, si attende la firma del contratto La Regione incalza l’Unicam: "Realizzare i Ccr o perdita del finanziamento"
CCR, in dirittura d’arrivo la firma dell’appalto CCR, in dirittura d’arrivo la firma dell’appalto Dopo una battuta d’arresto riprende per i Centri Comunali di Raccolta
1 Centro di raccolta rifiuti, si cambia Centro di raccolta rifiuti, si cambia Dismesse le isole ecologiche itineranti. Ecco le tipologie da conferire
Abbandono di rifiuti, campagne trasformate in discariche Abbandono di rifiuti, campagne trasformate in discariche Un problema che riguarda tutta la regione. Il triste fenomeno anche a Gravina
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.