giuseppe aruanno tris
giuseppe aruanno tris
Calcio a 5

L’intervistato della settimana: Giuseppe Aruanno

Grande girone d’andata disputato dal laterale altamurano.

Questa settimana abbiamo intervistato Giuseppe Aruanno, classe 1986, attuale capocannoniere della Tris Gravina con ben 11 reti siglate nel campionato in corso:

1.Presentati e raccontaci cosa fai nella vita oltre ad essere un giocatore di calcio a 5.
Ho 24 anni e sono entrato a far parte del mondo del calcio a 5 da circa cinque anni dopo aver giocato nel settore giovanile di una squadra di calcio a 11 del mio paese.
Essere definito giocatore di calcio a 5 diciamo che è un po' esagerato, per me è solo una grande passione che fortunatamente riesco ancora a coltivare. Nella vita pratico la professione di geometra.


2.Anche contro il Futsal Messapia hai messo il tuo nome nell'elenco dei marcatori...sei sempre stato uno con il vizio del gol o questo è un anno particolarmente proficuo??
Beh…a parte gli ultimi due anni che sono stati un po' sfortunati per me a causa di infortuni e di poca fiducia riposta in me dai mister che mi hanno allenato, il vizio del gol l'ho sempre avuto, poi quest'anno con un po' di fortuna, una forma fisica migliore e con le motivazioni giuste cerco di dare il mio contributo alla squadra.

3.Abbiamo notato tutti la tua grande duttilità. C'è comunque un ruolo che prediligi??
Si, prediligo il ruolo da esterno destro o sinistro perché riesco a sfruttare le mie doti più importanti che sono la corsa e la resistenza; all'occorrenza però faccio anche il pivot, un ruolo in cui avrei bisogno di una stazza fisica più notevole ma che comunque non disprezzo .


4.L'anno scorso hai partecipato,seppur per metà stagione,al campionato di C1 lucana. Ci sono grandi differenze con la C1 pugliese??
Anche se la categoria è la stessa penso che il livello in Basilicata sia molto più basso perché a differenza del campionato di c1 pugliese che è molto equlibrato e in cui prevalgono squadre (vedi LC Five Martina) con una rosa fatta quasi completamente da sud americani, nella c1 lucana ci sono al massimo due squadre leader che si contendono il titolo mentre il resto delle compagini sono di livello molto più basso.

5.Nella seconda metà della scorsa stagione invece sei stato in serie B con la Pellegrino. Cosa ti ha spinto a scegliere la Tris Gravina invece che rimanere a giocare a "casa"??
Aah bella domanda!!!!!...Sicuramente è stata una scelta dettata dalla voglia e dalla determinazione che Mister Gallo ci ha messo nel volermi in questa squadra; qui inoltre ho ritrovato diversi amici su tutti il mio caro amico Giuseppe Mercadante che è la persona con la quale cinque anni fa ho intrapreso questo sport e con la quale ho condiviso gioie e dolori. Sono felice della scelta che ho fatto perché qui ho trovato un gruppo fantastico fatto da persone che fanno il massimo per la squadra, che mettono al primo posto il lato umano e poi tutto il resto e questo per me è importante. Devo comunque ringraziare la Pellegrino Sport perché, anche se ho passato un breve periodo nella loro squadra, ho conosciuto brave persone ed io porto sempre rispetto per le brave persone.

6.Il prossimo turno di campionato sembra potervi favorire dati i match complicati che aspetteranno le concorrenti in zona playoff; la squadra sente un po' di pressione per questa gara?
Non credo perché in questa stagione proprio nelle partite più importanti ci siamo fatti trovare pronti, anche se per il momento dobbiamo solamente tenerci più lontano possibile dalla zona playout e cercare di rimanere in questa posizione di classifica più a lungo. Nel momento in cui raggiungeremo la quota salvezza allora a quel punto potremo alzare lo sguardo verso l'alto, ripeto per adesso dobbiamo solamente tenere i piedi per terra e guardarci le spalle.

7.Sappiamo che qualcuno nella tua città di origine ti ha spesso definito inadeguato per fare calcio a 5, nonostante il tuo curriculum possa vantare anche delle annate importanti in Serie B. Cosa vorresti rispondere a costoro?
No non credo ci sia bisogno di rispondere; io porto rispetto per quello che le persone pensano di me..non sta a me giudicarmi, io penso solamente a giocare e a divertirmi.


Ricordiamo l'appuntamento per l'ultima partita del 2010 per la Tris Gravina che sarà impegnata sul sintetico di Rutigliano per la sfida contro l'Azetium. Ad arbitrare l'incontro il Sig.Rafaschieri Giacomo della sezione di Bari e il Sig. Di Pace Michele della sezione di Barletta.


Vito Saccente
Ufficio Stampa
Tris gravina







© 2001-2023 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.