AS
AS
Calcio

l capitano Cardano prende per mano il Gravina

Un suo colpo di testa vale i tre punti a Gioia

Nella nona giornata di campionato il Gravina espugna il "V. Einaudi" di Gioia conquistando i primi tre punti fuori dal Comunale e dimenticando lo scivolone casalingo di domenica scorsa con il Lizzano. La gara è stata decisa da un colpo di testa del capitano Cardano sull'ottimo cross di Gaio, uscito anzitempo per un problema fisico. Buona prova di carattere da parte degli uomini di Mister Di Mauro su di un campo tutt'altro che facile. La Pro Gioia, reduce dall'ottimo pareggio sul campo della capolista Montalbano, ha cercato in tutti i modi di riacciuffare il risultato. I gialloneri però hanno dovuto fare i conti anche con la sfortuna.

Per l'occasione, Mister Di Mauro sposta Quattromini sulla mediana accanto a G. Stano e mette Graziadei nell'undici titolare. Gaio completa il centrocampo gialloblù mentre in difesa Cirrottola rimpiazza l'acciaccato C. Abruzzese e Pestrichella viene spostato a destra. In attacco il tandem Cardano-Iannuzziello. A poche ore dalla gara forfait di Clemente. I primi minuti sono di studio e le due squadre lottano a centrocampo. Il primo tiro arriva al 13' ed è di De Pietro. Alta la sua conclusione. Il Gravina invece passa al primo affondo: ottima manovra corale dei gialloblù, sull'out di destra Gaio arriva sul fondo, la mette in mezzo per Cardano che di testa batte Matarrese. Gravina avanti. Il duo Cardano-Gaio fa ammattire la difesa di casa. Il destino però è crudele e poco prima della mezz'ora Gaio deve terminare la sua gara per un sospetto stiramento. Il Gioia si fa coraggio al 30' ma deve fare i conti con uno straordinario Giampetruzzi costretto a compiere un miracolo su di un colpo di testa avversario. Sulla ribattuta rovesciata di De Pietro a lato. Al 32' ci prova anche Villani senza fortuna. Il numero 4 del Gioia è in giornata e ci riprova al 35'. Giampetruzzi si rifugia in angolo. I padroni di casa spingono. Un minuto dopo, Carella svirgola da ottima posizione e più tardi ancora Giampetruzzi dice no di piede a Montelli che calcia da posizione ravvicinata. Il Gravina si rivede un minuto prima del 45' con un'ottima iniziativa sulla destra dei due baby Iannuzziello e Goffredo che vede quest'ultimo andare al cross. Graziadei aggancia e calcia fuori. Prima del duplice fischio dell'arbitro, sale in cattedra H. Meta che sventa un'azione avversaria con uno dei suoi soliti recuperi. Si va a riposo: Gravina in vantaggio. Gialloblù cinici ed un fantastico Giampetruzzi.

La ripresa parte nel segno di Goffredo. Dopo pochi secondi è già davanti a Matarrese e prova un pallonetto che l'estremo difensore giallonero blocca con facilità. Al 5' invece, raccoglie un buon cross di Cardano dalla sinistra e mette a lato il pallone a portiere quasi battuto. Clamoroso gol mancato dalla piccola peste. L'arbitro assegnerà prima il gol al Gravina (il pallone era finito in rete dopo una carambola esterna) per poi tornare sui suoi passi. Buon inizio del Gravina. Il Gioia torna pericoloso al 15' con il solito Villani. La sua punizione colpisce il palo dopo una respinta di Giampetruzzi. Il mediano del Gioia ritenta la fortuna al 20', il suo tiro viene respinto e sul successivo cross di De Bellis, Carella spara alto. Poco dopo il Gravina si riaffaccia dalle parti di Matarrese. Punizione bassa di Graziadei, inserimento di Iannuzziello che di prima conclude fuori. Apprezzabile però l'iniziativa dell'attaccante gravinese che due minuti dopo ci prova da fuori, trovando un attento Matarrese tra i pali. Sul successivo angolo testa di Cardano e Matarrese stavolta blocca. Al 24' Amatulli mette in ansia la retroguardia gravinese. Quattro minuti dopo ottima giocata di Goffredo che mette Centonze in condizione di tirare da ottima posizione. Il terzino però tenta un ultimo dribbling e sciupa un'ottima occasione. Arriviamo al 34': punizione da posizione impossibile del solito Villani. A Giampetruzzi ormai battuto, la sfera rimbalza sulla traversa. Brivido per il Gravina. Due minuti prima del 40' Goffredo prova a rispondere a Villani concludendo alto. La partita è ormai agli sgoccioli. C'è solo il tempo per una pericolosissima punizione di Cardano ed una buona occasione non concretizzata da parte di De Bellis. La gara termina con un parapiglia finale e con Spinelli e Ficarelli espulsi. Il nervosismo ha preso il sopravvento dopo che il giocatore giallonero ha colpito in maniera del tutto gratutita Centonze allo stomaco.

Il Gravina passa a Gioia e si lascia alle spalle la scialba prova col Lizzano. Ad inizio gara gialloblù in palla con Gaio e Cardano sulle righe. I due hanno agito in maniera perfetta sulla destra, sino all'infortunio del laterale santermano, che in poco più di mezz'ora ha dato il suo contributo regalando anche un assist vincente. Buona comunque la prova di tutti i ragazzi, a parte qualche momento in cui si è dovuto subire il ritorno degli avversari. Vincere a Gioia non è impresa facile. Da evidenziare la prova di Giampetruzzi, autore di almeno tre interventi decisivi, e di H. Meta, che era padrone di tutte le palle altre. La formazione di Mister Di Mauro ha sofferto nei momenti in cui Quattromini abbassava i ritimi. Il biondo centrocampista gialloblù ha dato qualità e quantità a centrocampo assieme al suo compagno di reparto G. Stano. Buono il debutto dal 1' di Graziadei. Il fantasista gravinese sarà utilissimo nel corso della stagione. In attesa del rientro di Cifarelli, il giocatore ha finalmente scontato le tre giornate di squalifica, il Gravina s'affida a Cardano. Il capitano, che pare fare l'attaccante da una vita, sta diventando giornata dopo giornata sempre più un punto fermo per questa squadra e potrebbe trovare in Cifarelli il compagno di reparto ideale. Domenica intanto arriva la capolista e la formazione murgiana dovrà dimostrare la propria forza. In casa Gravina c'è tanta voglia di tornare a vincere davanti al proprio pubblico, soprattutto ora che è arrivata anche la tanto osannata vittoria esterna. Mister Di Mauro lavorerà al fine di trovare quella continuità che una grande squadra deve avere.

PRO GIOIA: Matarrese, Papavero, G. Spinelli (48' Lippolis), Villani, Carrano, Ficarelli, De Pietro (67' De Vincenzo), De Bellis, Montelli, Amatulli, Carella (73' Nettis). A DISPOSIZIONE: Vicenti, Giusto, Scardicchio, De Staso. ALLENATORE: Perillo.
AS GRAVINA: Giampetruzzi, Pestrichella (84' Spinelli), Centonze, Quattromini, H. Meta, Cirrottola, Gaio (27' Goffredo), G. Stano, Cardano, Graziadei (70' D. Abruzzese), Iannuzziello. A DISPOSIZIONE: Lagreca, A. Stano, Picerno, Loiudice. ALLENATORE: Di Mauro.
MARCATORI: 16' Cardano (G).
AMMONITI: Montelli, Ficarelli, De Bellis, Nettis (P); Pestrichella, G. Stano, Goffredo (G).
ESPULSI: Ficarelli (P); Spinelli (G).
La gara è stata diretta dal sig. Giovanni Mele della sezione di Lecce.


Ufficio Stampa AS Gravina
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.