As Gravina
As Gravina
Calcio

L'AS Gravina cade al Cagnazzi

Nonostante un'ottima prova i gialloblù vengono sconfitti 3-1

Nel recupero della prima giornata d'andata della Coppa Puglia, il Gravina è stato sconfitto per 3-1 al Cagnazzi dalla Leonessa Altamura, formazione militante nel campionato di Seconda Categoria. E dire che i gialloblù erano passati al 19' con A. Stano, autore di un fantastico lob dalla trequarti. Nella rete, da sottolineare anche la percussione da destra di Goffredo, che ha servito l'attaccante santermano dopo aver saltato due avversari.

Ma partiamo dal principio:
Il Gravina aggredisce subito i padroni di casa e dopo tredici minuti ha già confezionato tre azioni, una con Digennaro al 1' deviata in angolo, l'altra con Cifarelli, bravo a saltare Tedesco ma non altrettanto a depositare la palla in rete, grazie anche al provvidenziale intervento dell'ex Aliano che spazza via dopo che la palla ha colpito il palo, e l'altra con A.Stano che spara alto dopo un bel cross rasoterra di Digennaro. Fra le tre azioni gialloblù, un tiro sbilenco ed una punizione alta di Basile per la Leonessa.
Dopo il vantaggio gravinese, l'Altamura prova a reagire dopo appena un minuto con una punizione mancina di Oliva alta sopra la traversa. Il pareggio però arriva al 28': lancio di Girardi, Basile ruba il tempo a Spinelli ed arrivato davanti al portiere tenta un pallonetto che però non gli riesce. Gianpetruzzi nel tentativo di bloccare la sfera la perde dalle mani e la Leonessa agguanta il pareggio col minimo sforzo.
Al 32' il Gravina torna sotto: Cifarelli, in area, rientra sul destro fa partire una bella conclusione che Tedesco mette in angolo di piede. Break della Leonessa al 36' con Basile. Il suo tiro però termina di molto a lato.
Due minuti dopo la Leonessa ci riprova ma deve fare i conti con H.Meta, autore di un buonissimo disimpegno difensivo. Al 39' ci riprova A. Stano, invano. Al 41' l'azione che non ti aspetti: Clemente subisce un fallo in attacco, che l'arbitro non fischia, e sulla successiva ripartenza la Leonessa passa in vantaggio con Cirrottola, che deposita in rete dopo aver caricato Gianpretruzzi in uscita. L'estremo difensore gialloblù aveva praticamente bloccato la palla. La prima frazione termina così: Leonessa avanti grazie ad una leggerezza di Gianpretruzzi e ad una clamorosa svista arbitrale.

Nella ripresa il copione non cambia.
Al 2' il Gravina potrebbe già pareggiare con H. Meta, bravo a sfruttare di testa un cross del solito Digennaro. La sfera si spegne a meno di mezzo metro dal palo. Al 6' Centonze rileva un acciaccato Graziadei, autore di una prova dignitosa e qualitativa sulla mediana assieme a Clemente, capitano vista l'assenza di Cardano. All'8, sugli sviluppi di una punizione a due, Cifarelli conclude sopra la traversa, due minuti dopo Gaio lo imita e Mister Di Mauro sostituisce uno spento Cifarelli con Quattromini, per dare maggiore intensità alla manovra offensiva. 11': si rivede la Leonessa con Abrescia sull'out di sinistra. Il suo cross però attraversa tutta l'area di rigore gialloblù.
Due minuti dopo ci riprova ancora A. Stano e dal 16 al 19', nel giro di tre minuti, è il turno di Digennaro. Il mancino gravinese, mette i brividi a Tedesco prima su calcio piazzato e poi a tu per tu, con l'estremo difensore altamurano che compie un ottimo intervento sulla conclusione del numero dieci gialloblù. Mister Abrescia intanto, ne approfitta per inserire Piccininni e Mercadante al posto di Proggi e Cirrottola. Mister Di Mauro invece si gioca la sua ultima carta: dentro D. Meta, attaccante d'origine albanese classe '93, e fuori un ottimo Pellicciari. Il terzino sinistro gialloblù, lascia il campo zoppicante. Arriviamo al 26': grande apertura di Quattromini sulla destra per Gaio, quest'ultimo la mette al centro per Digennaro che conclude col suo sinistro. Tedesco si supera. Alla fine, l'estremo difensore altamurano risulterà uno dei migliori in campo insieme ad Aliano. Lo stesso Tedesco però, viene ammonito al 33' per perdita di tempo. Un paio di minuti dopo, Digennaro ci prova anche col destro ma la sfera termina deviata di un niente a lato.

La gara sta per concludersi. Al 37' ci prova ancora A.Stano di testa su calcio d'angolo di Digennaro ma la palla sembra non voler entrare. Lo stesso attaccante gialloblù, ci riprova dopo soli tre minuti su cross di Gaio, ma la palla termina per l'ennesima volta sopra la traversa. Il Gravina spreca, l'Altamura ne approfitta ed al 47' chiude i conti con Basile che in contropiede beffa Gianpetruzzi con un pallonetto. Un finale incredibile per la formazione di Mister Di Mauro, che dopo aver sfiorato tantissime volte il vantaggio si vede beffare per la terza volta. Termina così col risultato finale di 3-1 per i padroni di casa la gara d'andata della prima giornata di Coppa Puglia. Fra i gialloblù, da segnalare l'ottima prestazione di Goffredo, propositivo ed anche bravo a sacrificarsi in fase difensiva, e di Pellicciari. Bene anche l'inedita coppia mediana Clemente-Graziadei, così come Digennaro.
Tutta la squadra però, ha spinto e sudato per portare a casa un risultato positivo che però non è arrivato.

Domenica 25 settembre 2011 contro il Noci bisognerà essere più precisi sotto porta. Rientreranno anche gli assenti Cardano, Abruzzese, Vitale. E magari l'arbitro designato per la gara si comporterà anche più egregiamente rispetto al sig. Colaianni della sezione di Bari.

Ufficio Stampa AS Gravina







© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.