fbc- team
fbc- team
Calcio

Il Potenza s’impone di misura al Vicino

La capolista coglie tre punti col minimo sforzo. Da applausi la linea verde gialloblù

Con una rete di Siclari nel primo tempo la capolista Potenza – con ben 2.000 supporter al seguito – fa bottino pieno proseguendo la marcia verso la serie C, ma da applausi l'FBC che davanti al pubblico di casa riesce a mettere in vetrina i gioielli del settore giovanile non sfigurando davanti allo squadrone di mister Ragno. Dal primo minuto Doudou fa esordire Correnti e Suso (buona prova per entrambi) mettendo Cacace al centro della difesa supportato da Ferraioli e Gargiulo, abbassando Gava a play sorretto da Mbida, usando Chiaradia e Ceglie larghi e disponendo in avanti Molinari e il baby Correnti (Leonetti e Salatino fuori per infortunio), supportati da Suso.

La prima occasione è del Gravina con Molinari (7') che sugli sviluppi di una calcio di punizione impensierisce severamente l'ottimo Breza. Dopo quattro minuti è Siclari a replicare con una girata di testa terminata poco alta. È il preludio al gol che lo stesso attaccante ex Nocerina realizza al 18' sancendo la gara: Coccia mette una palla deliziosa al centro dell'area che il bomber ospite deposita comodamente in rete. Il Potenza si gioca in scioltezza galvanizzata dal vantaggio e così al 26' si rende ancora pericolosa con Coppola con una girata di testa terminata di poco fuori.

Nella ripresa mister Doudou getta subito nella mischia Balzano, D'Orsi e Santoro e il Gravina cresce nel ritmo e nel gioco, anche se le prime occasioni di rilievo sono subito degli ospiti (2') con il tiro a botta sicura di Franca (oggi ben contenuto dalla difesa di casa) parato coi piedi da un ottimo Loliva e la traversa colta su corner dall'ex Guadalupi. Il Gravina al 18' ha la miglior palla gol per il pari ma Ceglie da ottima posizione non inquadra la porta. A metà tempo entrano nella contesa anche il giovane De Giglio e Caruso, ed è proprio quest'ultimo a impensierire Breza con un tiro potente da fuori area deviato in angolo (24'). Un minuto più tardi ci prova anche D'Orsi di testa ma senza fortuna. Chance anche per Balzano alla mezz'ora ma il bolide da fuori – deviato dalla difesa potentina – viene ancora parato. Il match si chiude col tiro su punizione di Pepe al 45' terminato sull'esterno della rete.

Vince il Potenza col minimo sforzo ma è stata una festa sugli spalti per la presenza di oltre 4.000 spettatori corretti e civili. Ancora una volta Gravina ha dato prova di sportività trasformando una gara di sport in una festa. Nell'intervallo tripudio di applausi per la parata dell'intero settore giovanile gialloblù che ancora una volta – come si sa – ha raccolto risultati eccellenti nel campionato 2017/18).
In virtù dei risultati maturati sugli altri campi il Gravina – matematicamente fuori dalla zona playoff – resta sempre al sesto posto nella generale con 47 lunghezze. Prossimo match la trasferta di domenica prossima a Torre del Greco contro la Turris.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.