buche zona PIP
buche zona PIP
La città

Zona artigianale: troppe buche e tombini scoperti

L'Asso.T.Im. scrive al sindaco Valente

Buche, asfalto sconnesso, tombini pericolosi: ecco il triste report sulla situazione delle strade in zona PIP.

Ad inoltrare la segnalazione al primo cittadino Alesio Valente, è questa volta l'Associazione Territoriale Imprenditori, presenziata da Michele Capone, in rappresentanza di tutto il sistema produttivo della zona artigianale "San Giuseppe Lavoratore" di Gravina.

"Molte sono le segnalazioni di cittadini e forestieri che lamentano l'abbandono in cui versa questo perenne cantiere di raccolta delle acqua reflue", si legge nella nota, in cui si richiede al più presto un intervento di ripristino delle numerose buche presenti sul manto stradale.
I tanti frequentatori della zona, oltre ad essere scoraggiati dal raggiungere le attività, avrebbero infatti minacciato azioni di risarcimento per i danni causati alle loro autovetture e ai loro furgoni. "Non capiamo perché non si possano cominciare ad asfaltare le strade già previste, visto il completamento della posa dei tubi della rete duale da molti mesi", si domanda l'Asso.T.IM., che teme siano state "dirottate altrove le somme previste per questa bitumazione a favore di altre strade cittadine".

Stanchi di pagare enormi tributi senza ricevere le adeguate attenzioni, gli associati riportano due validi esempi a testimonianza di quanto affermano. Proprio all'ingresso della zona PIP, su via Gianbattista Vico e via Nervi, entrambe quotidianamente interessate da traffico sostenuto, si evidenziano cedimenti strutturali di pozzetti e tombini scoperti, rischiosissimi per gli automobilisti.

E non è tutto. Nell'elenco dei disservizi sono finiti anche i ritardi, abituali, nella consegna della corrispondenza. Episodi non sporadici che hanno costretto lo stesso presidente dell'Asso.T.IM a chiedere al responsabile del servizio postale "di rispettare gli orari di ufficio nella consegna della posta" onde evitare di essere destinatari solo di avvisi di giacenza.

Richieste inoltrate anche al sindaco e all'assessore alle attività produttive, a cui da tempo gli imprenditori della zona artigianale chiedono maggiore attenzione.
  • Michele Capone
  • Asso.T.Im.
  • Zona Pip Gravina
Altri contenuti a tema
2 Rifiuti nella zona industriale, una storia che si ripete Rifiuti nella zona industriale, una storia che si ripete La presenza di immondizia stride con i proclami sulla gestione del decoro urbano
6 La zona artigianale è una giungla: rifiuti e pochi controlli La zona artigianale è una giungla: rifiuti e pochi controlli L'allarme lanciato dagli imprenditori locali
Grido di allarme dagli imprenditori Grido di allarme dagli imprenditori L'Aim sollecita l'amministrazione e chiede un confronto per risolvere la crisi della zona PIp
Tarsu: sconti per gli imprenditori della zona Pip Tarsu: sconti per gli imprenditori della zona Pip Lagreca: "Ce lo consente la legge"
Un mercato attrezzato in piazza Pellicciari? Un mercato attrezzato in piazza Pellicciari? L'idea della Confcommercio piace all'amministrazione comunale
Bit: la Puglia spopola Bit: la Puglia spopola Ma Gravina non c'è. Il Parco nemmeno.
Tarsu: Confcommercio invita gli imprenditori a collaborare Tarsu: Confcommercio invita gli imprenditori a collaborare Il presidente Capone sugli accertamenti: "Ognuno faccia la propria parte"
Scoppia il caso "Murgia Informatica" Scoppia il caso "Murgia Informatica" Interrogazione di Varrese sul rimborso degli oneri concessori alla società
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.