big bench
big bench
Turismo

Una Big Bench sulle campagne gravinesi

Prima in Puglia, la grande panchina sul belvedere di Dolcecanto

Arriva anche a Gravina il progetto delle "Big Bench", la prima installata sul territorio regionale. Un'enorme panchina bianca, fruibile 24 ore al giorno per sette giorni a settimana.

La Big Bench gravinese, ubicata sul Belvedere di Dolcecanto, si apre ad uno dei panorami più suggestivi della campagna locale, sulla la via dei piloni che conduce verso il centro abitato fino al ponte acquedotto. La panchina è entrata a far parte del circuito ufficiale del Big Bench Community Project, che nasce con l'intento di sostenere la comunità locale, il turismo e le eccellenze artigiane del territorio.

La grande panchina consentirà ai visitatori di godere dello spettacolo della natura rappresentato dalle colline colorate dalle immense distese di campi coltivati a grano, foraggio e legumi, intervallati dalla presenza di muretti a secco che segnalano il sapiente lavoro degli uomini. L'idea delle Big Bench nasce negli Stati Uniti dal designer Chris Bangle e sua moglie Catherine.

Un progetto no profit che prevede la collaborazione con l'artigianato locale per realizzare prodotti ad esse ispirati che -spiega Michele Capone, imprenditore agroalimentare e turistico, referente locale del progetto- "possono dare un piccolo contributo all'economia e al turismo, nel segno dello spirito positivo che le grandi panchine portano in questa zona".

A Gravina la volontà dei promotori dell'iniziativa è quella di valorizzare le pregiate coltivazioni di frumento, legumi e dei vini prodotti nel territorio. La panchina gravinese è stata realizzata dalla maestria degli artigiani locali del ferro e del legno, associati dell'Asso.T.Im. con il contributo fattivo delle Cantine Capone, dell'Agri Biologica delle Murge e della cooperativa sociale Murgia Lab, che gestirà anche il circuito delle Big Bench. Un flusso di visitatori che potranno girovagare per l'Italia, godendo delle viste panoramiche mozzafiato delle 126 panchine installate nella penisola, in rete tra di loro, timbrando il proprio passaggio dalla panchina posta sul belvedere di Dolcecanto.

"Una parte del ricavato di ogni vendita- sottolinea Capone- come le donazioni fatte da chi realizza una nuova panchina, sarà devolute dal Big Bench Community Project ai Comuni coinvolti e destinata a sostegno delle comunità locali". Oltre a Michele Capone hanno coordinato il progetto gravinese Rosaria Tremamunno e Dino Bleas.
  • Turismo
  • Michele Capone
Altri contenuti a tema
Turismo, in Puglia un'estate di forte ripresa Turismo, in Puglia un'estate di forte ripresa Il primo bilancio segnala un incremento di arrivi
1 Con progetto Gravision una visita virtuale alla città Con progetto Gravision una visita virtuale alla città L'idea di due giovani studenti
Turismo ed estate: l’assessore Calculli respinge le critiche Turismo ed estate: l’assessore Calculli respinge le critiche "Noi lavoriamo con fiducia, altri strumentalizzano"
Fame Road, affidato il bando di promozione del progetto Fame Road, affidato il bando di promozione del progetto Appalto di 65mila euro affidato ad una cooperativa di Gravina
Nasce la rete “Terre di Murge Experience” Nasce la rete “Terre di Murge Experience” Un brand di destinazioni turistiche per promuovere storia, natura, gastronomia
1 Gravina, tre guide sulle tracce del sacro Gravina, tre guide sulle tracce del sacro Iniziativa del Capitolo Cattedrale. Distribuzione in edicola
Finanziato il recupero della cisterna di piazza Notar Domenico Finanziato il recupero della cisterna di piazza Notar Domenico Parisi ("Gravina sotterranea") ne spiega l'importanza
3 Installati nuovi cartelli turistici Installati nuovi cartelli turistici Dopo lunghe polemiche, rifatta la segnaletica. Finalmente valorizzato il ponte acquedotto
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.