alesio valente e giuseppe lapolla
alesio valente e giuseppe lapolla
Politica

"Si metta la parola fine al governo Valente"

Appello di articolo 1 ai partiti di sinistra

"Prendere il coraggio a due mani, ponendo fine a questa turbolenta, improduttiva e anzi disastrosa esperienza amministrativa".

Questo l'appello rivolto da Articolo 1 agli esponenti della maggioranza consiliare a cui si chiede uno "scatto di orgoglio" oltre che un atteggiamento responsabile prendendo atto della inglorioso situazione politico amministrativa.
"La maggioranza appare ed è sfilacciata. Troppi problemi di carattere personale, legati a differenti assessori, si sono ripetuti sino alla data odierna. In realtà, quei problemi appaiono più collegati alla mancata condivisione di distorte vedute politiche che mirano a far emergere gli interessi dei singoli e la spartizione delle prebende, all'interno di una nuova cultura che ha prodotto tanti consiglieri indipendenti, votati solo al proprio interesse" denunciano da Articolo 1 definendo un il Comune "un porto di mare".
Anche in questo caso a far scattare le ire degli ex democrat sono state le dichiarazioni dell'assessore Cavallera: "È evidente come le persone prestate - per brevi periodi - alla politica non abbiano saputo espletare il proprio ruolo e siano stati indotti - in un contesto coercitivo o di inconsapevolezza - a firmare atti e delibere, diciamo poco chiare".

Una disamina che salva molto poco dei sette anni di governo Valente.

"Un dato è certo: il metodo Valente non funziona più. Quel metodo, comunque privo di progetti politici di ampio respiro che potessero dare impulso alla città, in passato ha consentito ad un sindaco (abile ed equilibrista) di tenere sotto scacco i partiti, le liste civiche e i consiglieri senza dimora. E' evidente l'assenza ormai cronica di una discussione politica seria, sulle sorti e sul futuro di questa città".
Dichiarazioni che impongono spiegazioni da parte del sindaco a cui si chiede di spiegare quali siano i veri problemi di questa maggioranza litigiosa.
"Il Sindaco dovrebbe avere il coraggio di dire (anche in un comizio pubblico) quali sono le criticità legate ad alcune liste di maggioranza, fra tutte Gravina On, vera artefice della vittoria al primo turno" concludono da Articolo 1 rivolgendo un appello ai partiti di centro sinistra da cui si pretende "più responsabilità e coerenza".

"È necessario fare al più presto chiarezza e riportare la questione morale al centro del dibattito politico".
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.