zona pip2
zona pip2
Lavoro e Impresa

Provvedimento giunta su zona Pip, soddisfatti imprenditori

Un provvedimento che risponde alla crescente richiesta di spazi

Plausi dal mondo dell'imprenditoria locale all'amministrazione comunale per aver avviato le procedure per consentire di aprire la zona Pip ad altre attività oltre quelle artigianali, come attività commerciali, palestre, discoteche ed altre tipologie. Non solo ma stesso provvedimento prevede la redazione dello schema di convenzione per la cessione in proprietà delle aree già concesse in diritto di superficie, destinate a insediamenti produttivi (PIP) e, infine, di attivare le procedure di ricognizione dei lotti assegnati e non ancora edificati, al fine di verificare i mancati interventi degli insediamenti produttivi e quindi della successiva retrocessione ai fini di una nuova assegnazione.

Insomma, una vera rivoluzione che ha trovato apprezzamenti sai dal Cim, il consorzio delle Imprese Murgiane, che sui social parla di provvedimento che rappresenta il primo tassello di normalizzazione di un'area che si è evoluta; sia dalla Confartigianato, con Michele Capone che commenta l'iniziativa della giunta parlando di un vero e proprio atto di giustizia per chi ha pagato i suoli con solo diritto di superficie alle stesse condizioni di chi li ha acquisiti in proprietà.

Un provvedimento- come ha sottolineato l'assessore alle attività produttive Marienza Schinco - che va nella direzione dell'attuazione delle linee programmatiche dell'amministrazione a guida Lagreca.

Un atto- sottolinea Schinco- che "ci permette di avviare la proceduta di individuazione e realizzazione della zona Industriale, soddisfacendo le esigenze delle imprese locali e per attrarre eventuali nuovi investitori sul nostro territorio". L'idea -conclude l'assessore- è quello di "dare un respiro più ampio alla nostra zona industriale, per queste ragioni stiamo predisponendo nuovi e interessanti provvedimenti che possano consentire il raggiungimento di questo obiettivo".
Adesso sarà necessario capire i tempi per poter realizzare quanto chiesto dalla giunta agli uffici comunali, con un'attività che sicuramente comporterà non poche difficoltà, vista la mole di lavoro di cui necessità.
  • Confartigianato
  • Confartigianato imprese puglia
  • CIM
Altri contenuti a tema
Confartigianato, Paterno nel direttivo provinciale Confartigianato, Paterno nel direttivo provinciale Il panificatore gravinese membro di USPA Confartigianato Bari/BAT/Brindisi
Sicurezza in zona Pip, le proposte del Cim Sicurezza in zona Pip, le proposte del Cim Una serie di iniziative atte a garantire maggiore tranquillità ad imprese, lavoratori e residenti
Sicurezza in zona Pip, una priorità per il CIM Sicurezza in zona Pip, una priorità per il CIM Assemblea pubblica promossa dal Consorzio degli Imprenditori Murgiani per lanciare idee e raccogliere proposte
18mila mq al CIM per una Zona Franca Doganale 18mila mq al CIM per una Zona Franca Doganale Il Comune ha assegnato l’area in zona Pip per consentire al Consorzio la partecipazione al bando della Zes
A breve protocollo d’intesa tra Cim e Amministrazione A breve protocollo d’intesa tra Cim e Amministrazione L’annuncio durante una intervista doppia del presidente del consorzio Marchetti e del sindaco Lagreca
Il Cim traccia un bilancio Il Cim traccia un bilancio Intervista al presidente del consorzio delle Imprese Murgiane Fedele Marchetti
Zes, quali benefici per il territorio? Zes, quali benefici per il territorio? Intervista al presidente dell’Asso.T.Im-Confartigianato Michele Capone
Shock dei costi energetici, aziende in grave difficoltà Shock dei costi energetici, aziende in grave difficoltà Allarme della Confartigianato: "Problema non viene affrontato"
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.