vendita km 0
vendita km 0
Territorio

Proposta di legge "Puglia KM 0", approvata all'unanimità in IV Commissione

Obiettivo: promuovere e valorizzare prodotti agroalimentari di qualità della filiera corta

In data 27 novembre 2017, è stata approvata all'unanimità dalla IV Commissione consiliare, presieduta da Donato Pentassuglia, la proposta di legge "Puglia KM 0" presentata circa sei mesi fa dal Consigliere regionale Enzo Colonna, finalizzata alla valorizzazione e promozione dei prodotti agricoli e agroalimentari "a chilometro zero" mediante anche l'istituzione di un apposito segno distintivo.

"Negli ultimi decenni - ricorda il Consigliere regionale Colonna - si sono consolidate le cosiddette "filiere lunghe", modalità di distribuzione dominate da imprese di grandi dimensioni che operano su mercati globali. Tale processo ha condotto all'omologazione delle colture agricole, all'impoverimento della diversità biologica e culturale, nonché di gusti e consumi, e all'incremento dei costi ambientali (dovuto ai molteplici passaggi intermedi della distribuzione). Ha inoltre decisamente ridimensionato la possibilità per il cittadino-consumatore di esercitare un effettivo controllo sull'origine e sulle modalità di produzione di ciò che acquista e consuma.
Tuttavia, in anni recenti, numerose iniziative hanno cercato di ricondurre i prodotti agroalimentari al loro luogo di origine e di restituire visibilità e dignità al lavoro dei produttori, secondo un modello di «filiera corta», radicata cioè nel territorio in cui il prodotto è coltivato e quindi legata alle sue risorse naturali, culturali e sociali. Un approccio che consente anche di salvaguardare l'ambiente. Si stima infatti che un pasto medio percorre oltre 1.900 chilometri su camion, navi o aerei prima di arrivare sulla tavola. Consumare prodotti di filiera corta, originari del territorio e quindi a «chilometro zero», - prosegue Enzo Colonna - significa ridurre considerevolmente le emissioni in atmosfera di gas nocivi (in termini di emissioni annue una tonnellata di anidride carbonica per famiglia), i numerosi passaggi di imballaggio e confezionamento, oltre che promuovere modelli virtuosi ed ecocompatibili di sviluppo economico.
La proposta di legge regionale punta a valorizzare nel territorio regionale i prodotti agricoli e agroalimentari «a chilometro zero», ossia quelli che soddisfano congiuntamente requisiti di sostenibilità ambientale (meno di 25 kg di anidride carbonica equivalente per tonnellata prodotta per il trasporto dal luogo di produzione a quello presumibile di consumo) e di qualità alimentare (prodotti di qualità certificata, di aree protette, di risorse genetiche autoctone, a marchio collettivo, ecc.), promuovendone l'acquisto e il consumo da parte delle pubbliche amministrazioni e da operatori commerciali privati, garantendo ai consumatori una informazione trasparente, puntuale ed efficace in ordine alla tracciabilità dei prodotti".

Tra gli interventi previsti dalla proposta di legge, compaiono: le disposizioni per favorire l'utilizzo di prodotti a "Km 0" nell'ambito dei servizi di ristorazione collettiva e nelle forniture di prodotti alimentari gestiti da enti pubblici; la disciplina della vendita diretta da parte dei produttori; disposizioni per la diffusione e commercializzazione di tali prodotti, con la previsione di incentivi a favore degli operatori del settore della ristorazione, della ricettività e della distribuzione che assicurino soglie minime di prodotti a "Km 0"; le previsioni indirizzate ai Comuni nella programmazione dei mercati finalizzate a riservare una quota di posteggi per la vendita diretta e la vendita di prodotti a "Km 0"; la creazione di un marchio «Puglia Km 0» che certifichi la provenienza dei prodotti oltre che le attività che ne fanno uso; infine, disposizioni atte a garantire ai cittadini le informazioni sulle iniziative regionali di promozione dei prodotti a "Km 0" e l'elenco delle imprese che assicurano la vendita o l'utilizzo di tali prodotti.

"Con tali misure - spiega in conclusione Colonna - si intende sostenere sul territorio regionale nuovi modelli di distribuzione e vendita, valorizzando il lavoro delle piccole e medie imprese agricole, per lo più a conduzione familiare. Ora la proposta dovrà essere esaminata dall'aula. Auspico il sostegno di tutti i gruppi consiliari così come è avvenuto in commissione. Sarà importante, inoltre, in sede di definizione del bilancio di previsione, individuare risorse che garantiscano una adeguata e necessaria dotazione finanziaria a supporto delle misure contemplate dalla proposta di legge".

Quella approvata dalla IV Commissione infatti è una proposta articolata, frutto di un lungo lavoro e di un confronto costruttivo con le organizzazioni appartenenti al mondo agricolo ed in particolar modo con la Coldiretti Puglia, presente alla seduta insieme al Presidente di ANCI Puglia, sindaco Domenico Vitto, e agli esponenti regionali di CIA. Ai lavori della Commissione, inoltre, hanno preso parte anche gli Assessori allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, e all'Agricoltura, Leonardo Di Gioia, i quali hanno confermato il supporto del Governo regionale a questa proposta. "Tutti i soggetti auditi - afferma con soddisfazione il Consigliere Colonna - hanno manifestato grande attenzione e pieno sostegno all'iniziativa legislativa, come pure tale sostegno si è registrato da parte di tutti i rappresentanti in commissione dei gruppi consiliari, sia di maggioranza che di minoranza, che ringrazio per aver consentito di concludere positivamente e in tempi contenuti l'esame del testo".
  • Agricoltura
  • Filiera corta
  • Enzo Colonna
Altri contenuti a tema
"Lavoro: affidare ai disoccupati le terre incolte di proprietà comunale" "Lavoro: affidare ai disoccupati le terre incolte di proprietà comunale" Proposta del Psi all'amministrazione
Toto-nomi per il presidente del Parco dell'Alta Murgia Toto-nomi per il presidente del Parco dell'Alta Murgia Tra i papabili Massimo Cassano. Ma Enzo Colonna dice no: "Meglio una persona del territorio"
Alla Fiera del Levante allestita una fattoria a km 0 Alla Fiera del Levante allestita una fattoria a km 0 Iniziativa della Coldiretti. La campagna si "sposta": animali, ricette di agrichef, tipicità
Strada statale 96, il ponte delle polemiche Strada statale 96, il ponte delle polemiche Da ottobre situazione immutata per la "strozzatura" a Modugno, disagi e code per il traffico
Manutenzione strade provinciali: oltre 7 milioni e 500 mila euro destinati alla Città Metropolitana Manutenzione strade provinciali: oltre 7 milioni e 500 mila euro destinati alla Città Metropolitana Grazie al provvedimento regionale, si potrà dare il via ai progetti approvati
A Matera, oggi un'assemblea sulla questione AGEA A Matera, oggi un'assemblea sulla questione AGEA Organizzata da Altragricoltura e LiberiAgricoltori
In Puglia 1629 ettari di terreno ismea in vendita In Puglia 1629 ettari di terreno ismea in vendita Coldiretti: mutuo ipotecario per acquisto solo per giovani imprenditori
Una legge regionale per promuovere le produzioni locali Una legge regionale per promuovere le produzioni locali Puglia Km 0 è la proposta firmata da Enzo Colonna
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.