Soldi
Soldi
Territorio

Pronto il bando ristori per Gravina e Altamura

Per la zona arancione a dicembre. A breve il via libera di Camera commercio

E' pronto e sta per essere pubblicato il bando per i ristori per i 20 Comuni, tra cui Gravina e Altamura, che verso la metà di dicembre sono rimasti in zona arancione mentre la Puglia era area gialla, per la necessità di contenere la curva epidemiologica a causa dei contagi alti. Due i bandi delle Camere di commercio: per Altamura, Gravina, Spinazzola, Andria, Barletta, Bisceglie quello dell'ente camerale di Bari; per i Comuni della provincia di Foggia il bando della rispettiva Camera di commercio.

Ieri alla Regione, nella quarta commissione presieduta da Francesco Paolicelli (Pd), si è tenuta un'audizione sulla questione. Dal Governo centrale con decreto legge ristori (il 157/2020) sono stati assegnati alla Regione 20.381.000 mila euro e si è provveduto a rendere disponibili le somme con la variazione al bilancio di previsione 2020. Successivamente, con una delibera di Giunta regionale è stata sottoscritta una convenzione, tra la Regione e le Camere di Commercio di Bari e Foggia, per l'assegnazione dei ristori alle attività economiche colpite dalle restrizioni che hanno portato alla chiusura temporanea.

Pertanto sono stati trasferiti i fondi alle due Camere di Commercio, ripartiti in modo proporzionale al numero degli aventi diritto appartenenti ai settori economici individuati dai codici Ateco, al fine di provvedere rapidamente al pagamento. Alla Camera di Commercio di Bari sono stati trasferiti 10 milioni 627 mila euro, mentre a quella di Foggia 9 milioni 754 mila euro. I tempi concessi dall'accordo hanno una durata di 36 mesi.

Il consigliere Francesco Ventola (FdI) ha obiettato il modo scelto dalla Regione nel voler scaricare tali incombenze alle Camere di Commercio, quando invece sarebbe stato molto più rapido se fosse stato l'Assessorato a gestire il tutto, in virtù del fatto che le somme erano disponibili già dal 30 novembre e che si sarebbe trattato di emettere un pagamento diretto a titolo risarcitorio per il mancato introito di otto giorni a 3750 beneficiari.

I presidenti di entrambe le Camere di Commercio, D'Ambrosi per Bari e Gelsomino per Foggia, hanno rassicurato che i bandi saranno pubblicati tra oggi e i prossimi giorni e in più hanno manifestato massima collaborazione e disponibilità ad interagire. L'assessore allo sviluppo economico Alessandro Delli Noci è intervenuto per spiegare che i ritardi nell'erogazione sono da attribuire alla mancanza di disponibilità da parte dell'Agenzia delle Entrate di fornire i dati per poter fare il versamento automatico e spera che si possa recuperare il tempo perduto.

Alla domanda posta dal consigliere Ventola del perché non utilizzare la piattaforma in uso dalla Regione, piuttosto che quella della Camera di Commercio, ha risposto la dirigente del Dipartimento regionale allo sviluppo Elisa Berlingerio dicendo che tramite le Camere di Commercio si ottiene una maggiore celerità nei pagamenti. Nel corso dei lavori sono intervenuti anche i rappresentanti regionali di Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e Unimpresa, i quali hanno manifestato forti preoccupazioni per le perdite registrate nel 2020 nel mondo imprenditoriale e commerciale e sperano che si possano reperire ulteriori risorse che vadano nella direzione di aiuti e ristori.

"Grazie al grande lavoro della Commissione in sinergia con l'assessorato – spiega Paolicelli – siamo riusciti a ottenere l'allargamento della platea dei beneficiari. Il bando prevede infatti anche un fisso per le attività che hanno aperto nel 2020, permettendo così l'accesso ai ristori anche a quegli imprenditori che con coraggio hanno deciso di avviare un'attività proprio nell'anno della pandemia. Altrettanto importante – conclude Paolicelli – è che per chiedere il sussidio basterà un'autocertificazione, senza quindi l'obbligo di attendere il rilascio del Durc. Così si accorciano i tempi e si abbattere la burocrazia, in modo da dare risposte tempestive a chi non può attendere oltre".
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Hub vaccini area Fiera, calendario aperture a dicembre Hub vaccini area Fiera, calendario aperture a dicembre Aumentano i giorni a disposizione per le vaccinazioni dopo il caos recente
Covid: crescono i casi a Gravina ma situazione sotto controllo Covid: crescono i casi a Gravina ma situazione sotto controllo I dati del bollettino settimanale della Asl
Emergenza Covid: nuove misure di sostegno ai cittadini Emergenza Covid: nuove misure di sostegno ai cittadini Contributi per famiglie e minori
Covid a scuola, 5 casi a Gravina Covid a scuola, 5 casi a Gravina Report dell’Asl conferma circolazione contenuta in terra di Bari
Scuole chiuse per vaccinazione antiCovid del personale Scuole chiuse per vaccinazione antiCovid del personale Per uno o due giorni. Ordinanza di Valente
Covid: centro vaccinale troppo affollato Covid: centro vaccinale troppo affollato Momenti di tensione e caos presso l’area fiera
1 Covid: bilancio settimanale, aumentati i contagi a Gravina Covid: bilancio settimanale, aumentati i contagi a Gravina In terra di Bari andamento contenuto della pandemia
Covid: monitoraggio scuole, casi in lieve diminuzione Covid: monitoraggio scuole, casi in lieve diminuzione Bollettino della Asl per l'intera provincia. A Gravina sono stati 2
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.