Violenza sessuale
Violenza sessuale
Cronaca

Picchiata violentemente dal marito

Arrestato il giovane marocchino residente in Gravina. La donna gli aveva chiesto i soldi per la spesa

La moglie di un marocchino chiede i soldi per la spesa a suo marito e lui la picchia brutalmente con calci e pugni.

È accaduto nella serata di ieri a Gravina in Puglia, dove i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 32enne di origine marocchina, residente in quel centro, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

I militari, attivati da una richiesta telefonica giunta al 112, si sono precipitati presso l'abitazione indicata, ove hanno trovato lo straniero, visibilmente alterato e il personale del 118 che stava prestando soccorso ad una ragazza.

Le indagini eseguite hanno permesso di appurare che la vittima, una 21enne, anch'essa marocchina, era stata picchiata dal marito al quale aveva chiesto del denaro per fare la spesa. L'uomo, infatti, alla richiesta ricevuta, non aveva esitato a schiaffeggiarla violentemente. Quindi, dopo averla scaraventata per terra, l'aveva colpita con calci al volto e alla schiena, sino a calpestarle la testa con un piede, minacciandola di morte.
Ulteriori accertamenti hanno evidenziato che simili comportamenti erano frequenti e che la donna, per timore delle sue rappresaglie, aveva sempre preferito tacere.
Tratto in arresto, l'uomo è stato poi associato presso la casa circondariale di Bari, mentre la moglie è stata dimessa dal nosocomio con una prognosi di 10 giorni, per una ferita da taglio al dorso di una mano e per delle tumefazioni al volto.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.