ospedale5 1
ospedale5 1
Salute

Ospedale della Murgia, l'apertura confermata per Aprile

Salvo il pronto soccorso gravinese. Domani a Gravina il direttore generale Melli

L'apertura dell'Ospedale della Murgia resta fissata al 14 aprile, domenica delle Palme. La conferma arriva direttamente dalla direzione della Asl barese che in un incontro svoltosi in mattinata a Bari ha confermato che non ci saranno ulteriori rinvii per l'apertura della nuova struttura ospedaliera.

Intanto nel corso della riunione tra i vertici Asl, tra cui la direttrice generale dell'Asl Bari 4, Silvana Melli; il direttore del presidio ospedaliero di Altamura-Gravina, Alessandro Sansonetti, ed il dirigente del Dipartimento 118, Marco De Giosa, il sindaco Alesio Valente ha ricevuto rassicurazioni sul pronto soccorso gravinese che resterà in attività sino all'inaugurazione del nuovo ospedale.
"Di fronte all'ennesimo tentativo di razionalizzazione, che si sarebbe tradotto di fatto in una soppressione della struttura, ci siamo opposti fermamente: ho manifestato all'Asl la netta contrarietà del Comune per una scelta che avrebbe potuto avere gravi conseguenze sul versante della tutela della salute pubblica e che pertanto non avremmo in alcun modo potuto accettare".

Incassata la buona notizia, domani pomeriggio, continuano le trattative presso gli uffici dell'ospedale di Santa Maria del Piede tra il direttore sanitario Silvana Melli, il personale medico della struttura ed i rappresentanti dell'amministrazione comunale.
"Per fugare ogni inutile allarmismo e perché sia chiara la direzione verso la quale si procede – sottolinea il primo cittadino – ho invitato la dirigenza dell'Asl ad illustrare gli intendimenti futuri, legati all'entrata in funzione del nuovo ospedale".

E già domani potrebbero arrivare le prime risposte.
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.