settimana della musica 2018 san giovanni
settimana della musica 2018 san giovanni
Eventi e cultura

L'Istituto San Giovanni Bosco celebra la settimana della Musica

A Gravina una grande esibizione con l'Orchestra sinfonica della Città metropolitana di bari

L'Orchestra sinfonica della città Metropolitana di Bari ha fatto tappa questa mattina presso l'istituto comprensivo "San Giovanni Bosco - Benedetto XIII" per celebrare la settimana della Musica in calendario dal 2 all'8 maggio.
L'evento, fortemente voluta dalla dirigente scolastica, Lucia Pallucca, per celebrare la settimana della musica quale strumento fondamentale per la formazione degli alunni.

"L'educazione – sostiene la dirigente - non è fatta solo di linguaggi verbali, ma di tutti i linguaggi non verbali che hanno un ruolo formativo altrettanto importante. La musica è armonia, rigore, coinvolgimento, creatività".
E a Gravina arriva uno dei maggiori maestri d'orchestra che hanno dato lustro alla musica italiana e all'orchestra barese.
Dopo aver svolto un'intensa attività concertistica come pianista presso le sale più importanti del mondo, Bruno Aprea si è dedicato alla direzione d'orchestra grazie agli insegnamenti di Franco Ferrara presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma e successivamente all'Accademia Chigiana di Siena.

Vincitore del Koussevitsky Prize al Festival di Tanglewood nel 1977, è stato il secondo direttore d'orchestra italiano a vincere il prestigioso premio dopo Claudio Abbado nel 1958. Direttore Artistico e Direttore Principale della Palm Beach Opera dal 2005 ha diretto la Messa da Requiem di Verdi, Nabucco, Orfeo ed Euridice, Tosca, Rigoletto, Otello, Don Giovanni, Norma, Le nozze di Figaro, Turandot, L'elisir d'amore, La traviata, Madama Butter y e Lucia di Lammermoor.
Il suo repertorio include le principali opere di Rossini, Donizetti, Bellini, Verdi, Puccini, Mascagni nonché di Mozart e Gluck, fra gli altri. E' salito sul podio di importanti istituzioni musicali negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Irlanda, nonché a Tokyo, Berlino e Cape Town. In Italia ha diretto presso il Teatro dell'Opera di Roma, il Teatro La Fenice di Venezia e il Teatro San Carlo di Napoli.

Nel corso delle ultime stagioni ha diretto La traviata a Pisa, La bohème ad Hong Kong, Tosca al Teatro della Maestranza di Siviglia. Ha svolto un'intensa attività sinfonica in Europa, Sud America e Israele salendo sul podio di alcune fra le più importanti orchestre del mondo. In Italia ha collaborato con le principali orchestre sinfoniche e dal 2005 al 2008 è stato Direttore Ospite Principale dell'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari.
La sua discografia comprende opere rare fra cui Il bravo di Mercadante, Il domino nero di Lauro Rossi, Zanetto e Le maschere di Mascagni, La pietra del paragone di Rossini, Le Villi di Puccini.
Sorta nel 1968, grazie alla sensibilità con cui l'Amministrazione provinciale di Bari accolse le appassionate sollecitazioni del prof. Vitantonio Barbanente, l'Orchestra di Bari inaugurò la sua attività con la direzione artistica di Gabriele Ferro, all'epoca giovane docente del Conservatorio di Bari, diretto da Nino Rota. Tre anni dopo l'orchestra – riconosciuta dal Ministero dello Spettacolo come "formazione di interesse nazionale", iniziò il suo cammino di Istituzione Concertistica Orchestrale (ICO). Sin dalla nascita ha svolto un'intensa attività , collaborando anche a più riprese col Teatro Petruzzelli, in occasione delle stagioni liriche tradizionali, e partecipando anche a prestigiose trasferte: festivals di Spoleto (1984), Bergen (1985) e Charleston (1985).

Nel tempo sul podio dell'orchestra si sono avvicendati musicisti di valore, che hanno contribuito alla maturazione del complesso; fra gli altri vanno ricordati Nino Rota, Piero Bellugi, Luciano Berio, Roberto Duarte, Mario Gusella, Jay Friedmann, Donato Renzetti, Peter Maag,Franco Mannino, Bruno Aprea, Vladimir Delman, Boris Brott, Marcello Viotti, Alberto Zedda ed i 2018 compositori Ennio Morricone e Giorgio Gaslini. L'attuale direzione artistica ha consolidato la politica di valorizzazione di dotati elementi locali, impegnando di volta in volta anche direttori e solisti pugliesi, già ben presenti sulla scena musicale nazionale o "emergenti".

Un'orchestra che oggi ha fatto tappa a Gravina per regalare momenti di alta cultura a grandi e piccini.
orchestraorchestraorchestra sinfonica a san giovanni bosco
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.