atti vandalici grottasolagne
atti vandalici grottasolagne
La città

Grottesolagne: la promessa di Pulcinella

Ma entro il 2 ottobre l’amministrazione non doveva renderla funzionale?. Cominciati solo in queste ore i lavori

Elezioni Regionali 2020
Il campionato regionale è cominciato. Sapevamo bene dovesse prendere il via il 2 ottobre, l'aveva dichiarato preoccupata l'associazione Polisportiva Silvium quando chiedeva a voce stentorea, all'amministrazione comunale di intervenire e sistemare quello scempio, figlio di un vandalismo probabilmente mirato, probabilmente no.
Ma nonostante le rassicurazioni di chi si è impegnato personalmente a risolvere il tutto, nulla di fatto. Tra le promesse dell'amministrazione comunale c'era infatti quella di terminare i lavori di sistemazione della palestra Grottesolagne proprio per quella data: "…se non è il 2, il 3 ottobre. L'impegno è massimo", così dichiarava l'assessore Lupoli ai nostri microfoni. Ma quell'impegno evidentemente non è stato sufficiente.

Così l'associazione Polisportiva Silvium, prendendo atto del fatto che i lavori di sistemazione non fossero neppure cominciati, qualche giorno prima dell'inizio del campionato si è mobilitata affinché la prima giornata non si disputasse in casa, e così è stato! Ma il 9 ottobre seconda giornata, che succederà? Ovviamente nulla di fatto, ma c'è un "però": i lavori di sistemazione della palestra sono stati dati in affidamento, e proprio nelle ultime ore sono cominciati. E la determina dirigenziale datata 6 ottobre suona così: "VISTA la stima dei lavori di riparazione degli impianti tecnologici, degli infissi e delle rifiniture murarie occorrenti al ripristino funzionale degli spogliatoi dell'impianto sportivo in zona "Grottesolagne" redatta dai tecnicidel Servizio Lavori Pubblici dell'importo complessivo di €.35.000…"b) l'oggetto del contratto riguarda la riparazione degli impianti tecnologici, degli infissi e delle rifiniture murarie…".

Sentita l'associazione Polisportiva Silvium, queste le parole: "Per domani, 9 ottobre siamo stati costretti a chiedere amichevolmente l'utilizzo del campo in via Fazzatoia. Non pagheremo un ticket, ma abbiamo contribuito alla pulizia degli spogliatoi, a rullare il campo, a farne la squadratura. E poi che ne sarà? Quando torneremo a giocare in casa, dopo il 9 ottobre, dove lo faremo? Abbiamo bisogno di una palestra fissa anche per gli allenamenti. Non possiamo prepararci per strada ed elemosinare ogni volta un campo. E i lavori appena cominciati non si sa bene quando saranno completati".

Un diritto allo sport, che da Gravina sembra non essere garantito...a fronte di una tempistica e una modalità di intervento non del tutto condivisibile.
E poi, saranno sufficienti lavori del genere a scongiurare il rischio di nuove prese d'assalto alla sfortunata palestra? Qualcuno è fiducioso, essendo in programma l'installazione di un grosso cancello all'ingresso degli spogliatoi per inibire il passaggio estraneo, qualcun altro meno.
Ed entro quando i lavori saranno completati? Qualcuno parla di 10 giorni, qualcuno anche in questo caso ha dubbi…e ora, con le dimissioni della giunta chissà come tutto andrà a finire!
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.