Bosco Difesa Grande. <span>Foto Carlo Centonze</span>
Bosco Difesa Grande. Foto Carlo Centonze
Politica

Gravina e il progetto Ispra: gelo con il Parco

Le perplessità di Articolo 1

Gravina fuori dal progetto Ispra.

Risale allo scorso venerdì la visita a Palazzo di città di una delegazione dell'Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), accolto in Comune dall'assessore delegato alle politiche ambientali, Aldo Dibattista, per illustrare il progetto "Life Sic2Sic- In bici attraverso la rete natura 2000",
Un tour ciclistico che ha tra le sue mete anche Gravina e che ha visto la partecipazione degli alunni dell'istituto "Don Saverio Valerio" coinvolto in un workshop sulle buone pratiche della mobilità sostenibile.
"Siamo felici di potervi accogliere nella nostra città – ha spiegato l'assessore Dibattista – in un momento storico come questo nel quale ci interroghiamo costantemente sulla necessità di preservare l'ambiente. In proposito, il vostro impegno nel voler portare una testimonianza diretta di quanto sia importante scoprire e valorizzare le nostre bellezze naturalistiche, diventa centrale".

In realtà, basta visitare il sito del progetto che vede il Parco Nazionale della Murgia tra i suoi partner, per rendersi conto che Gravina viene sfiorata dal tour che invece riparte da Ruvo di Puglia per fare tappa ad Altamura.
Alcune perplessità sono state sollevate dai responsabili di Articolo 1 che da molto tempo chiedono attenzione per il bosco di Gravina: "Il Comune di Gravina in Puglia e l'Ente Parco non si parlano da tempo. I rapporti istituzionali erano già freddi, ora si sono praticamente congelati! Le iniziative promozionali e di coinvolgimento del nostro territorio murgiano assolutamente assenti. Fa specie – scrivono - pensare che non sia stata presa in considerazione alcuna iniziativa di collaborazione con il parco per far parte di questo progetto. L'iniziativa del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, già in corso da alcuni giorni, è molto interessante e vede la collaborazione con il parco nazionale del Gargano: è un percorso strutturato in più eventi da fare in bicicletta, un mezzo ecologico e sostenibile, utile a sensibilizzazione la gente sui principali temi ambientali legate alla mobilità. Una promozione del patrimonio culturale e naturale dei due Parchi che comprende anche i siti UNESCO (monte Sant'Angelo, faggete della foresta Umbra, castel del Monte), attraverso un cosiddetto percorso lento".

Un percorso che ha visto Gravina coinvolta solo nella comunicazione istituzionale del Comune: "Rimanere esclusi da questi eventi, come da un pò di tempo siamo abituati ad assistere, la riteniamo una ingiustizia perpetrata a danno della città e dei suoi cittadini" concludono da Articolo 1
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.