sede della Città Metropolitana di Bari
sede della Città Metropolitana di Bari
Politica

Elezioni Consiglio Città Metropolitana di Bari, l’impegno degli eletti

La strada provinciale "La Tarantina" tra le priorità di Cardascia e Stragapede

Ufficializzati i dati delle elezioni alla Città metropolitana. Sono quattordici i seggi attribuiti alla lista 'Città Insieme' del Centrosinistra mentre sono tre quelli andati al Centrodestra Metropolitano (Francesco Leggiero , Fabio Romito, Giovanni Mastrangelo). Resta confermato un solo seggio al Movimento Cinque Stelle rappresentato da Giuseppe Patrono (consigliere comunale di Casamassima - 2284 voti).

In cima alle preferente nel consiglio metropolitano c'è Anita Maurodinoia, consigliera comunale di Bari, con 9305 voti ponderati. Nel centrosinistra, come già spiegato nella giornata di lunedì, sono due i consiglieri eletti a rappresentare il territorio dell'Alta Murgia.

Entrambi gravinesi, Mimmo Cardascia e Antonio Stragapede si dicono entrambi grati e soddisfatti per la rielezione e si impegnano a "rappresentare l'intero territorio dell'Alta Murgia e non solo Gravina".

"L'obiettivo principale è quello di dare voce a chi, come la città di Altamura, non ha rappresentanza in consiglio metropolitano" spiega Cardascia consapevole che la seconda città più grande della provincia meriti la giusta attenzione dal governo metropolitano.
Resta fermo l'impegno su un tema fondamentale per i cittadini: "La sicurezza delle scuole e delle strade" spiega ancora Cardascia assicurando l'impegno sui due fronti che lo hanno visto protagonista nella precedente mandato: "Attenzione totale per la sicurezza delle scuole e delle strade lavorando per incentivare i finanziamenti negli istituti scolastici e soprattutto per la messa in sicurezza dalle strade provinciali".

Chiari già gli interventi: "Innanzitutto la statale 96 e soprattutto l'allargamento della provinciale la Tarantina per consentire un miglio accesso all'Ospedale della Murgia. Riprenderemo il percorso per i lavori sulla circonvallazione di Santeramo e soprattutto mi auguro che su questi temi ci sia la massima condivisone del consiglio al fine di richiamare l'attenzione del governo nazionale nelle speranza di ottenere maggiori contributi".

Dello stesso avviso anche il consigliere Antonio Stragapede che condivide la necessità di avviare i lavori sulla strada provinciale la Tarantina "per migliorare la viabilità a Gravina ma soprattutto per migliorare la sicurezza in entrata e in uscita dell'ospedale Perinei".
In attesa di una eventuale riconferma in qualità di delegato allo sviluppo, Stragapede assicura il proprio impegno sui temi a lui cari quali la promozione dell'agricoltura locale, l'allargamento del Distretto del cibo "che vede le città dell'alta Murgia tra le realtà più importanti".

Non resta che attendere la prima chiamata del consiglio comunale per capire se e quanto alle intenzioni seguiranno buone azioni.

Antonella Testini
  • Mimmo Cardascia
  • Città metropolitana
  • Antonio Stragapede
Altri contenuti a tema
Città metropolitana senza opposizione, rieletti Cardascia e Stragapede Città metropolitana senza opposizione, rieletti Cardascia e Stragapede Quasi tutti i seggi per Decaro
Città metropolitana, Cardascia alla prova del nove Città metropolitana, Cardascia alla prova del nove Il consigliere metropolitano traccia un bilancio
3 Elezioni Città Metropolitana, tre i candidati di Gravina Elezioni Città Metropolitana, tre i candidati di Gravina Il 6 ottobre votano sindaci e consiglieri comunali
Imprese innovative, parte un nuovo progetto Imprese innovative, parte un nuovo progetto "Maf", Metropolitan Agrifood Service. La presentazione alla Fiera del Levante
“AgriCultura”, 3 milioni di euro alla Città Metropolitana di Bari “AgriCultura”, 3 milioni di euro alla Città Metropolitana di Bari Il progetto è finalizzato all’inclusione sociale di giovani a rischio devianza
4 Crisi di maggioranza: verità o speculazione? Crisi di maggioranza: verità o speculazione? Confronto politico tra Mimmo Romita e Mimmo Cardascia
La Città Metropolitana crea un osservatorio dell’edilizia scolastica La Città Metropolitana crea un osservatorio dell’edilizia scolastica Il monitoraggio insieme agli istituti ed agli studenti
Cibo: prende corpo il distretto metropolitano di Bari Cibo: prende corpo il distretto metropolitano di Bari Definiti i dettagli in un incontro con il consigliere delegato Stragapede
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.