Alesio Valente
Alesio Valente
Ospedale e Sanità

Valente: la situazione ci sta sfuggendo di mano

Ieri morta una donna di 53 anni. Totale delle vittime sale a 7 in seconda ondata

"La situazione ci sta sfuggendo di mano". Sono queste le parole di un preoccupato Alesio Valente nel dare i numeri della giornata di ieri, che ha fatto registrare un nuovo decesso tra i pazienti covid di questa seconda ondata del coronavirus. Si tratta di una donna di 53 anni. Salgono così a sette in totale i deceduti nella seconda fase della pandemia.

A mettere in apprensione il primo cittadino non è il numero di nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore (solo 10 i nuovi positivi), con una tendenza falsata dalla mancata comunicazione, da parte dell'Asl, di tutti i contagiati dal virus, ma l'andamento generale della pandemia a Gravina. "I dati di oggi non sono in linea con quanto sta accadendo nella città. A Gravina c'è un indice di contagio quasi pari a quello della città di Bari, tra i più alti della provincia"- ha sottolineato il sindaco.

Sono 647 i casi totali della seconda ondata, con 112 guariti. Anche la situazione che vede il servizio sanitario in grave difficoltà è in cima ai pensieri di Valente, che senza voler fare allarmismo, invita ad una presa d'atto della situazione da parte di tutta la comunità. "Solo nella giornata di ieri il drive in ha effettuato ben 220 tamponi su cittadini gravinesi: un numero esorbitate"- ha comunicato il sindaco, esortando tutta la popolazione alla collaborazione e al senso di responsabilità. "Noi ce la stiamo mettendo tutta: manca la vostra risposta"- ha detto Valente, rivolgendosi ai cittadini di Gravina, denunciando comportamenti irresponsabili di una parte della popolazione. Per una pandemia che sta mettendo a dura prova il sistema sanitario e la possibilità di assistere in maniera esaustiva la comunità.

Non ultima la mancanza di bombole di ossigeno nella città, che ha creato l'allarme nella popolazione e nelle farmacie, che si sono rivolte all'amministrazione comunale per la risoluzione del problema. Problema al momento risolto grazie all'intervento della protezione civile che ha trovato un grosso distributore per approvvigionare la farmacia di turno.

Per evitare che il problema si ripeta nelle prossime giornate si invitano tutti i possessori di bombole di ossigeno a restituirle alle farmacie.
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Covid, riattivato sostegno psicologico Covid, riattivato sostegno psicologico Un servizio di primo ascolto telefonico per supportare chi ha bisogno di aiuto psicologico
Coronavirus, scende ancora numero dei positivi Coronavirus, scende ancora numero dei positivi Ma non bisogna abbassare la guardia
Scuola in sicurezza con le squadre del tracciamento sanitario Scuola in sicurezza con le squadre del tracciamento sanitario La proposta della giunta regionale pugliese
Mons. Ricchiuti in visita ai reparti Covid della diocesi Mons. Ricchiuti in visita ai reparti Covid della diocesi Visite all'ospedale della Murgia e al Miulli
Covid: divieti prorogati per un mese Covid: divieti prorogati per un mese Le ordinanze del sindaco valide fino al 15 febbraio
Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Coronavirus, giorno di chiusura per la scuola San Giovanni Bosco Ordinanza del sindaco per il plesso in corso Vittorio Emanuele II
La Puglia torna in zona arancione La Puglia torna in zona arancione In base ai parametri sanitari dell'emergenza Covid19
1 Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Vaccino anticovid, adesioni elevate a Gravina Quasi completata all'ospedale della Murgia, ora i medici
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.