Soldi
Soldi
Palazzo di città

Contrasto alla povertà: contributi dal Comune

Deliberati contributi per persone in stato di disagio economico

E' fresco di deliberazione l'avviso pubblico per il contrasto alla povertà. Lo ha approvato la giunta presieduta dal sindaco Alesio Valente, nel corso della seduta tenutasi nella giornata di venerdì. Sulla base di quanto deciso, in attesa che gli uffici preposti provvedano adesso a definire i dettagli tecnici dell'iniziativa, sarà possibile nelle prossime settimane (comunque entro la fine dell'anno) presentare domanda al Servizio Politiche Sociali di via Sottotenente Buonamassa, per richiedere un sostegno economico.

Saranno ammessi al contributo quanti dimostreranno di essere residenti in città e di percepire un reddito annuo (Isee) non superiore ai 3.000 euro annui. La misura riguarderà persone socialmente esposte, ovvero, a titolo esemplificativo, cittadini indigenti per cause psico-sociali, famiglie con componenti in stato di detenzione, ex detenuti da non più di 12 mesi, cittadini soggetti a misure cautelari e famiglie vittime di delitto. «Abbiamo inteso dare un aiuto - sottolinea l'assessore al welfare Felice Lafabiana - per andare incontro a tanta diffusa sofferenza economica e sociale. Dal 2018 introdurremo forme alternative di sostegno, puntando sull'accompagnamento ed il reinserimento lavorativo, attraverso il finanziamento del lavoro di pubblica utilità».
    © 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.