Farmacia
Farmacia
Palazzo di città

Chiude la farmacia ospedaliera di Gravina, dura presa di posizione dal Municipio

L'assessore Gramegna chiede intervento della Asl

L'Asl intervenga senza ritardo per ripristinare il servizio.

Questa la richiesta inviata dall'amministrazione comunale gravinese con riferimento alla chiusura della farmacia ospedaliera dell'ospedale di Gravina. Una situazione, come già denunciato dal Caba di Gravina, originata dal pensionamento dell'unico addetto al servizio e che provocherà serie difficoltà all'utenza gravinese di ritirare, tra l'altro, farmaci per patologie rare o prive di valida alternativa terapeutica.

Nella nota, indirizzata alla direzione generale dell'azienda sanitaria e per conoscenza al presidente della giunta regionale Michele Emiliano, l'assessore comunale alla salute Lucrezia Gramegna ed il sindaco Alesio Valente esprimono anzitutto «sconcerto per un fatto gravissimo quale la chiusura del reparto farmaceutico dell'ospedale, avvenuta senza che l'Asl si premurasse di informarne il Comune».

Una situazione, aggiungono Gramegna e Valente, «che nega ai cittadini la possibilità di poter ritirare dispositivi medici e farmaci altrimenti non reperibili, con disagi ancor più gravi se si considera che parte dell'utenza è composta da persone che non sempre si trovano nella condizione fisica ed economica di poter raggiungere altre farmacie territoriali». Uno scenario di fronte al quale l'assessore alla salute ed il sindaco di Gravina sollecitano l'Asl, «per quanto di competenza, a voler risolvere celermente la problematica, anche attraverso canali alternativi, quali ad esempio l'affidamento della distribuzione dei farmaci mediante convenzione con farmacie private operanti a Gravina».
In coda, insieme «alla solidarietà all'utenza gravinese vistasi privata di un servizio indispensabile», l'offerta della «piena disponibilità dell'amministrazione comunale a ricercare la soluzione più celere per ripristinare lo sportello della farmacia territoriale».

Della questione si erano già occupati il Caba di Gravina, denunciando la sospensione del servizio e il consigliere regionale Mario Conca che aveva chiesto informazioni direttamente alla Dirigente dell'Area Gestione Farmaceutica dell'ASL Bari da cui è arrivata la rassicurazione che a breve il servizio sarà ripristinato.

Modalità e tempi, però, restano ignoti.
  • Ospedale di Gravina
  • Farmaci
Altri contenuti a tema
"Fibrosi cistica e malattie rare, farmaci saranno erogabili" "Fibrosi cistica e malattie rare, farmaci saranno erogabili" Le rassicurazioni della Regione dopo i chiarimenti del Ministero
25 Trasferita ad Altamura la commissione per gli invalidi civili Trasferita ad Altamura la commissione per gli invalidi civili Varrese e Lorusso denunciano: "Disagi insopportabili per questa comunità"
Scoperto deposito di farmaci Scoperto deposito di farmaci In centro un magazzino illegale
​L'addetta va in pensione, chiude il reparto farmaceutico all'ospedale di Gravina ​L'addetta va in pensione, chiude il reparto farmaceutico all'ospedale di Gravina Cittadini privati del servizio senza alcun preavviso
Niente raccolta farmaci, la storia si ripete Niente raccolta farmaci, la storia si ripete Cassonetto strapieno e allarme salute
Farmaci per gli indigenti gravinesi Farmaci per gli indigenti gravinesi Quasi 10.000 euro per garantire il diritto alla salute
Tornano i malati nei presidi ospedalieri di Altamura e Gravina Tornano i malati nei presidi ospedalieri di Altamura e Gravina La giunta regionale approva il piano di riordino e attiva nuovi servizi
Giornata Mondiale del Diabete: controlli e informazione gratuiti Giornata Mondiale del Diabete: controlli e informazione gratuiti Presidi presso l'Ospedale di Gravina e la Pro Loco di Altamura
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.