rampacattadrale1
rampacattadrale1
La città

Cattedrale: pronto un nuovo progetto per la rampa

I firmatari della petizione pronti a presentarlo alla cittadinanza. Cardascia: "Vogliamo che sia un progetto condiviso".

E il comitato non si è fatto trovare impreparato.

"Abbiamo già un progetto per la realizzazione della nuova rampa per disabili e sappiamo anche dove reperire i fondi". Non batte ciglio il consigliere Mimmo Cardascia, uno dei promotori della petizione "anti rampa" costruita dalla diocesi per consentire l'ingresso anche ai diversamente abili alla cattedrale, tirato in ballo dallo stesso sindaco Alesio Valente. "Premesso e precisato che non sono contro l'abbattimento delle barriere architettoniche ma che io come altri eravamo contro quel tipo di rampa costruita in quel modo, ora abbiamo già un progetto che a breve sarà presentato innanzitutto alle associazioni per i diversamente abili, Caba in testa, e poi sarà anche messo a disposizione del vescovo, che non può e non deve sottrarsi alle sue responsabilità, oltre che dell'amministrazione comunale, per cui vale la stessa regola".

Il progetto in questione, già noto a Palazzo di città, risale al 2005 ed è stato realizzato dall'architetto Pietro Masciandaro insieme all'architetto Biagio Loglisci ed all'ingegner Paolo Calculli nell'ambito di un idea progettuale molto più ampia che mirava alla rivalorizzazione di tutto il sagrato della Cattedrale e che prevedeva anche la realizzazione di uno scivolo per disabili realizzato con una struttura di vetro e acciaio. Un progetto che ha già ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza per i beni culturali e che i progettisti, conferma Masciandaro, "sono disponibili a cedere gratuitamente all'amministrazione comunale:, quale segno della sensibilità nel voler contribuire alla risoluzione del problema". E i fondi per realizzare l'opera? A detta di Cardascia, "potrebbero arrivare da quelli messi a disposizione dal Piano sociale di zona, che prevede un capitolo di spesa per l'abbattimento della barriere architettoniche".

Tutto, ovviamente, conclude Cardascia, se "l'idea presentata da noi sarà condivisa da tutti: vescovo, sindaco e soprattutto disabili".
  • Cattedrale Gravina
  • Mimmo Cardascia
  • Paolo Calculli
  • Pietro Masciandaro
  • Biagio Loglisci
Altri contenuti a tema
La Cattedrale di Gravina in una visita inedita La Cattedrale di Gravina in una visita inedita Un tour virtuale in realtà aumentata
Pd: per aree in zona Pip c'è stato impegno dell'amministrazione Pd: per aree in zona Pip c'è stato impegno dell'amministrazione Nella discussione interviene Cardascia
Rifiuti a Santa Lucia, la Lega Giovani replica a Calculli Rifiuti a Santa Lucia, la Lega Giovani replica a Calculli Nuova segnalazione sul degrado dell'area
1 Pagamento della Tari, Calculli chiarisce Pagamento della Tari, Calculli chiarisce L’assessore fa ordine su scadenze e riduzioni
1 Rifiuti, turismo, commercio: il piano del dopo Covid-19 Rifiuti, turismo, commercio: il piano del dopo Covid-19 L’assessore Paolo Calculli risponde pure sulle tasse
1 Guanti e mascherine abbandonati per strada Guanti e mascherine abbandonati per strada Sono i nuovi rifiuti. Pronte le sanzioni
1 Settimana santa e Pasqua, celebrazioni religiose a porte chiuse Settimana santa e Pasqua, celebrazioni religiose a porte chiuse La diocesi si adegua alle disposizioni del governo e della Cei
1 Elezioni Consiglio Città Metropolitana di Bari, l’impegno degli eletti Elezioni Consiglio Città Metropolitana di Bari, l’impegno degli eletti La strada provinciale "La Tarantina" tra le priorità di Cardascia e Stragapede
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.