disabili4
disabili4
La città

Barriere Architettoniche: il CABA torna all'attacco

"Non vogliamo più sentir parlare di tempi lunghi per l'abbattimento"

Non si fa attendere la risposta del C.A.B.A. Gravina all'ormai palese conferma che anche per le prossime elezioni regionali, nessun cittadino con disabilità motoria potrà autonomamente raggiungere l'ufficio anagrafe comunale o i seggi della scuola "San Giovanni Bosco".

Non dorme certo sugli allori dello scivolo della cattedrale appena inaugurato il Comitato per l'Abolizione delle Barriere Architettoniche, stanco ormai degli innumerevoli rimandi. I tempi di attesa si allungano inesorabilmente vedendo svanire le mille promesse degli ultimi tempi.
Pungenti le puntualizzazioni del C.A.B.A. che in una nota ribadisce la totale inutilità di nominare un consigliere - in questo caso Giovanni Carbone - referente delle problematiche che riguardano le barriere architettoniche in città: "Sarebbe più giusto interpellare le associazioni del settore".

Per quanto riguarda l'ufficio anagrafe, come ricorda il comitato, sono ben due i progetti realizzati da due professionisti locali e protocollati in comune, ad uso completamente gratuito: uno prevede uno scivolo di muratura, l'altro uno scivolo in acciaio. Da bocciare in partenza, secondo il C.A.B.A., l'ipotesi di installare un servo-scala, che oltre a prevedere costi di manutenzione risolverebbe solo in parte il problema e sarebbe poco funzionale per le mamme con passeggini.
Svanito nel nulla anche l'impegno preso da Palazzo di città per eliminare "una barriera al mese", un patto sottoscritto dal C.A.B.A. e dall'associazione cittadina Bosco-città a novembre 2012, e stroncato un anno dopo dalla stessa Bosco-città per totale inadempimento degli accordi.

Le barriere intanto restano tutte in piedi, più solide che mai. "A ragione, forse, ci sentiamo ancora una volta cittadini di serie B", commentano ancora dal comitato, "i nostri problemi non si possono risolvere in breve tempo, anche quando ci sono le leggi a nostro favore. E' così difficile tenerle in considerazione ed applicarle? Perché ci volete costringere a stare chiusi in casa? Noi vogliamo uscire, vogliamo avere la nostra autonomia, vogliamo poter vivere all'interno di questa società perché, come dice il nostro motto, anche noi liberi di muoverci".
  • Barriere architettoniche
  • Caba Gravina
Altri contenuti a tema
Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche: fondi al Comune Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche: fondi al Comune 10.000 euro dalla Regione Puglia. La vicesindaca Matera: “Frutto di un dialogo continuo con i cittadini”
Peba, la vicesindaca Matera risponde agli attacchi delle opposizioni Peba, la vicesindaca Matera risponde agli attacchi delle opposizioni “Polemiche delle minoranze non solo infondate, ma oggettivamente incredibili”
Piano contro barriere architettoniche, la rabbia della V commissione Piano contro barriere architettoniche, la rabbia della V commissione "Noi consiglieri snobbati dall'assessore Matera"
Palestra in via Dante, si cerca soluzione per i bagni dei disabili Palestra in via Dante, si cerca soluzione per i bagni dei disabili Incontro a Palazzo di Città tra amministrazione e Ca.ba
Associazioni: il Caba cerca ancora casa Associazioni: il Caba cerca ancora casa L’associazione “beffata”, da due mesi senza dimora, aspetta notizie da Comune e Diocesi
Un ascensore per essere liberi di muoversi Un ascensore per essere liberi di muoversi Il CABA si rivolge alle autorità
Ufficio anagrafe: avanti tutta per la rampa Ufficio anagrafe: avanti tutta per la rampa Individuata anche la ditta.
300 firme per chiedere l’accessibilità di parchi e bosco ai disabili 300 firme per chiedere l’accessibilità di parchi e bosco ai disabili Da oltre un anno i promotori dell’iniziativa attendono una risposta da Palazzo di Città
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.