giovani
giovani
Mondo Giovane

Arriva il bonus per i diciottenni

500 euro da investire in cultura

500 euro per ogni nato nel 1998 da spendere in cultura.

Dopo mesi di discussione è arrivato il via libera al Bonus per i ragazzi di 18 anni che decideranno di acquistare attraverso l'applicazione «18app», libri, ingressi a musei, aree archeologiche, biglietti per cinema, teatri, mostre, concerti, fiere, parchi naturali e eventi. Neanche a dirlo si potrà fare sia shopping online sia in modo tradizionale.

Sulla piattaforma digitale è stato caricato, sotto la supervisione del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), un elenco di esercenti, negozi, biblioteche, cinema, teatri, musei e servizi culturali a 360 gradi: da lì il diciottenne potrà scegliere che cosa acquistare. Per ogni operazione di shopping verrà creato un voucher e l'importo dell'acquisto non sarà scalato dai 500 euro fino alla sua fruizione. A questo punto il voucher può prendere due strade: l'acquisto in forma digitale (come avviene da una app) per, ad esempio, comperare un e-book, oppure l'acquisto in forma tradizionale andando personalmente in libreria, in un museo o in un teatro. Per questa seconda opzione le strade sono tre: il voucher può essere salvato su smartphone, tablet o pc, stampato e portato in libreria (per ritirare un libro) o al cinema (per vedere un film); può essere visualizzato con un «qr code» o come un «bar code» da mostrare all'esercente. Così il diciottenne acquista e in ogni caso chi vende fattura in modo digitale allo Stato. Sarà proprio il ministero, guidato da Dario Franceschini, a controllare che l'offerta sia di vario genere, ma con chiari contenuti culturali.

Il bonus "nasce da un presupposto su cui credo molto – fa sapere la deputata Lilliana Ventricelli - Per ogni euro investito nella sicurezza deve essercene uno investito in cultura. E si può affermare sicuramente che ingenti somme sono state destinate alla diffusione della conoscenza, all'aggiornamento professionale dei docenti e delle insegnanti, alla tutela del patrimonio e dei beni culturali, alla fruizione. Voglio ricordare, solo per fare degli esempi, che sono stati finanziati interventi a sostegno di Matera2019 per il percorso quadriennale sino alla data fatidica della capitale europea della cultura, per le orme dei dinosauri di Altamura, per i musei di Bari, Altamura, Ruvo di Puglia e vari altri Comuni dell'area barese e della Puglia. Non sono interventi distinti - sottolinea Ventricelli - bensì compongono un mosaico che ha l'evidente finalità di favorire il progresso culturale del Paese che è una fondamentale leva di sviluppo economico. E' una bella opportunità non solo per i giovani fruitori, anche per i "creatori" ed i contenitori di cultura (librerie, cinema, teatri, musei, ecc.) che possono aderire alla piattaforma online di 18app".
  • Cultura
Altri contenuti a tema
Tutela del patrimonio culturale, recuperate tante opere trafugate Tutela del patrimonio culturale, recuperate tante opere trafugate L'attività dei carabinieri in Puglia e in Basilicata
Le nuove frontiere dello spazio spiegate da Francesco Topputo Le nuove frontiere dello spazio spiegate da Francesco Topputo Docente di Ingegneria aerospaziale al Politecnico di Milano
La cultura non va in quarantena: le strade della fiaba animano la rete La cultura non va in quarantena: le strade della fiaba animano la rete Una serie di racconti per ricreare virtualmente l’atmosfera del filatoio
Turismo e cultura, monitoraggio sulle crisi di settore Turismo e cultura, monitoraggio sulle crisi di settore Iniziativa della Regione Puglia
Anche Gravina sulle “Strade della Fiaba” Anche Gravina sulle “Strade della Fiaba” Alla fiera del Levante di Bari presentazione ufficiale dei percorsi del progetto
1 Una consulta per salvare la storia Una consulta per salvare la storia Le richieste del Comitato civico lanciate in un'assemblea
Teatro Vida: ombelico culturale della città Teatro Vida: ombelico culturale della città Il presidente del teatro Debora Schinco ci illustra le attività previste per la nuova stagione 2019-2020
1 La via Appia antica diventerà un cammino, Gravina c'è La via Appia antica diventerà un cammino, Gravina c'è Stanziato un milione di euro dal Ministero dei beni culturali per recuperare l'antico tracciato
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.