Carabinieri arresto
Carabinieri arresto
Cronaca

Arresti domiciliari per l'omicida di don Cassol

Tra le accuse, anche quella di omissione di soccorso. Conclusi in tarda serata tutti gli accertamenti

Ieri, in tarda serata, i Carabinieri della Compagnia di Altamura, in collaborazione con quelli del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bari, a conclusione di ulteriori accertamenti disposti dalla Procura della Repubblica del capoluogo pugliese, hanno proceduto all'arresto del 51enne Giovanni Converso Ardino.

Nei confronti dell'uomo sono stati raccolti elementi di colpevolezza anche in ordine al reato di omissione di soccorso. Il 51enne, ritenuto responsabile dell'omicidio di don Francesco Cassol, su disposizione del magistrato inquirente, è stato quindi associato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Altamura.
  • Arresti domiciliari
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Omicidio Capone, rinvio sentenza Omicidio Capone, rinvio sentenza I giudici chiedono altro tempo per esaminare testi del PM
Omicidio di Pietro Capone, rinviata l'udienza della sentenza Omicidio di Pietro Capone, rinviata l'udienza della sentenza Il 26 aprile è attesa la sentenza per il delitto che sconvolse la città
Bancarotta e reati tributari, arrestati due fratelli Columella Bancarotta e reati tributari, arrestati due fratelli Columella Indagine della Guardia di Finanza sul fallimento della Tradeco di Altamura
1 Omicidio Capone, ecco le accuse Omicidio Capone, ecco le accuse Dopo cinque anni la svolta con l'esecuzione di un ordine di arresto
Droga e armi, arrestati tre insospettabili Droga e armi, arrestati tre insospettabili Operazione dei Carabinieri. In manette anche coppia di coniugi
Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Il 43enne gravinese trovato morto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre
Omicidio di Rocco Desiante, si cercano due assassini Omicidio di Rocco Desiante, si cercano due assassini Ancora senza movente il giallo in Romagna per l'uccisione del 43enne di Gravina
In memoria di Pietro Capone In memoria di Pietro Capone Ad un anno dall’omicidio ancora nessun colpevole
© 2001-2023 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.