protocollo intesa bellezza - Firma ass. Festa
protocollo intesa bellezza - Firma ass. Festa
Territorio

Anche Gravina agli Stati Generali della Bellezza

Ad Andria sottoscritto un protocollo tra i Comuni

Si sono riuniti ad Andria gli Stati Generali della Bellezza per sottoscrivere un protocollo tra tutti i comuni che hanno aderito alla carta delle città della Bellezza.
Tra questi anche la città di Gravina rappresentata nella circostanza dall'assessore al turismo Giusy Festa.
"Fare rete è di fondamentale importanza per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio- ha detto Festa, che vede il protocollo d'intesa sottoscritto come una opportunità. "Una occasione per mettere a sistema conoscenze, relazioni, esperienze", con l'impegno- conclude l'assessore al turismo- "di rafforzare e promuovere le bellezze patrimoniali, artistiche e culturali, lavorando sulla competitività e attrattività, adottando politiche di condivisione per il lancio culturale e turistico".

Il protocollo d'intesa sottoscritto dai rappresentanti dei comuni impegna i legatari a valorizzare e sviluppare le esperienze innovative e- si legge- "a progettare un alto e unitario profilo di contenuti culturali", connettendo l'offerta culturale a quella turistica, puntando sulla qualità e "sulla sostenibilità per la preservazione dell'identità nei contesti territoriali e per la salvaguardia dell'ambiente", mirando alla promozione di prodotti culturali tramite azioni finalizzare allo sviluppo dell'industria culturale e creativa.

A dare la sua benedizione a questa iniziativa organizzata da Ali, Lega delle Autonomie Locali, nella villa comunale "Marano" ad Andria, anche il presidente della regione Michele Emiliano che ha sottolineato l'importanza della Bellezza che è "il patrimonio che ci è stato lasciato dai nostri genitori". Per il governatore della Puglia Bellezza è anche sinonimo di "lavoro di custodia attiva, che prevede anche un dialogo quotidiano con le organizzazioni del territorio, con il volontariato". Custodia attiva di tutti i beni archeologici e paesaggistici. Per queste ragioni "Bisogna provare a dar vita a una legge pugliese sulla bellezza che consenta tutti quegli interventi non previsti dalle norme attuali sul decoro urbano, sull' urbanistica, sull'edilizia, che potrebbero consentire ai sindaci di intervenire e fronteggiare le situazioni critiche" - ha aggiunto Emiliano che poi ha concluso: "la gestione dei beni privati non è una cosa semplice, perché la costituzione tutela la proprietà privata. Però ci si può provare aprendo un dibattito da cui può venire qualche idea buona".
6 fotoprotocollo intesa bellezza -
protocollo intesa bellezza -protocollo intesa bellezza -protocollo intesa bellezza -protocollo intesa bellezza -protocollo intesa bellezza -protocollo intesa bellezza -
  • Comune di Gravina in Puglia
Altri contenuti a tema
Candidatura Capitale Cultura, avviso per esperti Candidatura Capitale Cultura, avviso per esperti Il Comune cerca conoscitori di Storia Locale, Artisti e Creativi della Città di Gravina
Candidatura capitale cultura, il comune chiama il terzo settore Candidatura capitale cultura, il comune chiama il terzo settore Avviso pubblico per coinvolgere gli enti nella creazione di un progetto urbano
Visita Ministro della Cultura annullata Visita Ministro della Cultura annullata Gennaro Sangiuliano non potrà essere più a gravina a causa di impegni istituzionali
Intitolazione piazza a Giovanna Frangipane della Tolfa Intitolazione piazza a Giovanna Frangipane della Tolfa La cerimonia in programma mercoledì 29 maggio
Servizio Civile Universale, Il Comune aderisce alla rete di Anci Puglia Servizio Civile Universale, Il Comune aderisce alla rete di Anci Puglia Obiettivo: migliorare la qualità della vita e dei servizi comunali e offrire coinvolgimento attivo ai giovani
Patto locale per la Lettura, pubblicato avviso Patto locale per la Lettura, pubblicato avviso Per l’adesione c’è tempo fino al 31 maggio
Gravina avrà il suo Parco Regionale Geo-Archeologico Gravina avrà il suo Parco Regionale Geo-Archeologico Chiusa la prima fase che porterà alla perimetrazione dell’area protetta
Centro storico, il sindaco convoca gli operatori economici Centro storico, il sindaco convoca gli operatori economici Obiettivo: approfondire le questioni che riguardano il cuore della città
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.