saldi
saldi
Territorio

Al via i saldi estivi: occhio allo sconto

Confcommercio, ripresa dei consumi ma il trend resta negativo

Al via da oggi i saldi estivi. Ed è subito 50% di sconto. Almeno stando alle stime di Confcommercio, che definisce questa tornata di sconti "non di fine stagione bensì di inizio stagione".

La recessione continua a mettere in difficoltà la maggioranza delle famiglie che attende il fine settimana per dare il via allo shopping a costi accessibili.
"I saldi - dice Sandro Ambrosi, alla guida di Confcommercio di Bari e provincia - rappresentano uno straordinario momento di rilevanza economica e di costume. Un'occasione da sfruttare ancora di più quest'anno dopo un lungo periodi di austerity, forti del bonus "taglia Irpef" di 80 euro che molti italiani da maggio trovano nelle buste paga e che, secondo le intenzioni, saranno almeno in parte destinati proprio a questi acquisti".
È di parere in parte favorevole il Codacons che comunque frena gli entusiasmi dei negozianti. L'associazione che tutela i consumatori opta per la via di mezzo: "I saldi estivi andranno meglio rispetto agli scorsi anni, ma a fine periodo l'andamento delle vendite farà registrare ancora un segno negativo. La contrazione degli acquisti da parte dei cittadini sarà più contenuta rispetto agli anni passati, grazie al bonus da 80 euro in busta paga introdotto dal Governo Renzi. Il bonus aiuterà il commercio, contribuendo a contenere il crollo delle vendite, ma non potrà fare miracoli, perché le famiglie baresi e pugliesi preferiranno dirottare i soldi su consumi primari", commenta il presidente Carlo Rienzi.

Secondo le stime Codacons, l'avvio dei saldi sarà migliore del passato sebbene a settembre il bilancio sarà di segno negativo, attestandosi tra il -10% e il -12% rispetto al 2013, con una spesa procapite che non supererà i 79 euro. Al di là dei numeri, i commercianti incrociano le dita confidando nel tutto esaurito.
A questo punto per assicurarsi l'affare della stagione è utile ricordare alcune regole d'oro delle shopping scontato. I saldi vanno dal 5 luglio al 15 settembre. Vanno indicati i prezzi: su tutta la merce in saldo devono essere riportati il prezzo intero, la percentuale di sconto e il prezzo scontato. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro da quella venduta a prezzo pieno. I messaggi pubblicitari devono essere presentati in modo non ingannevole per il consumatore. Lo scontrino va conservato: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare.
Il negoziante è obbligato a sostituire l'articolo difettoso.
  • Confcommercio
  • Saldi estate 2014
Altri contenuti a tema
Alessandro Ambrosi vicepresidente nazionale di Confcommercio Alessandro Ambrosi vicepresidente nazionale di Confcommercio Al dirigente affidata la delega al Mezzogiorno
Ricorsi commissione tributaria Ricorsi commissione tributaria In Puglia sono circa 33mila i procedimenti pendenti
Sud Sempre più povero Sud Sempre più povero La Confcommercio lancia l'allarme: dal 1995 al 2013 -5,2% occupati nel Mezzogiorno
Mercato settimanale, la Confcommercio non ci sta Mercato settimanale, la Confcommercio non ci sta Bocciata l'alternanza degli operatori piovono critiche sull'ammnistrazione. Lagreca risponde in Consiglio
La Confcommercio organizza corsi gratuiti per le imprese associate La Confcommercio organizza corsi gratuiti per le imprese associate E’ di 20 ore la loro durata
Orari ed aperture: la parola alla Confcommercio Orari ed aperture: la parola alla Confcommercio Liberalizzazione si ma guardando all’Europa
Chi ha autorizzato la svendita fallimentare in fiera? Chi ha autorizzato la svendita fallimentare in fiera? Confesercenti e Confcommercio chiedono tutela per i commercianti
Obiezioni al bilancio di previsione 2011 Obiezioni al bilancio di previsione 2011 A sollevarle la Confcommercio
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.