“Una morte che accomuna due fratelli in una sventura”

Antonio Carbonara docente di religione originario di Capurso, canta ai nostri microfoni il brano composto in onore dei fratellini Pappalardi. Un inno d'amore sottoforma di nenia che con suoni dolci e parole forti mira a raccontare e a ricordare la tragedia. Una forte sensibilità d'animo quello che ha spinto l'autore a comporre queste note.
Un brano dedicato a Ciccio e Tore
Un brano dedicato a Ciccio e Tore L’autore Carbonara si esibisce dal vivo a GravinaLife
Il teatro Vida presenta il suo cartellone di eventi Il teatro Vida presenta il suo cartellone di eventi
La parola all’assessore al turismo Paolo Calculli La parola all’assessore al turismo Paolo Calculli
Biennale arte contemporanea della Murgia, parola ai protagonisti Biennale arte contemporanea della Murgia, parola ai protagonisti
Fondazione Santomasi, targa in onore di Cesare Brandi Fondazione Santomasi, targa in onore di Cesare Brandi
OPEN DAY 2021 OPEN DAY 2021
Natale, il video di auguri del vescovo Ricchiuti Natale, il video di auguri del vescovo Ricchiuti
Riparte la rassegna teatrale e i laboratori di formazione artistica Riparte la rassegna teatrale e i laboratori di formazione artistica
Fondazione Santomasi, si riparte con nuovo entusiasmo Fondazione Santomasi, si riparte con nuovo entusiasmo
Elezioni regionali, Peppino Longo si ricandida Elezioni regionali, Peppino Longo si ricandida
A lezioni di benessere da Pino Piccininno A lezioni di benessere da Pino Piccininno
Il video del San Mich Sound per operatori sanitari e volontari Il video del San Mich Sound per operatori sanitari e volontari
Quando la didattica a distanza diventa creativa Quando la didattica a distanza diventa creativa
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.