deposito nucleare
deposito nucleare
Territorio

Scorie, ribadito il “no” dal comitato di consultazione popolare

Assoluta contrarietà all’ipotesi di un deposito nazionale di scorie radioattive sul territorio di Gravina

Il Comitato di Consultazione Popolare di Gravina a seguito della pubblicazione della CNAI (Carta nazionale delle aree idonee) da parte del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), avvenuta ieri 14 dicembre, ribadisce la posizione sin qui espressa di assoluta contrarietà all'ipotesi di un deposito nazionale di scorie radioattive sul territorio di Gravina in Puglia.

Dopo la pubblicazione della CNAI, che ha ridotto da 67 a 51 i siti idonei, resta il dubbio che tutto il lavoro svolto dal Comitato di Gravina, in sinergia e collaborazione con le Istituzioni e con tutte le realtà associazionistiche e di categorie del territorio, non sia stato preso in considerazione da Sogin S.p.a. Sin dalla costituzione dello Comitato cittadino, nel lontano gennaio 2019, abbiamo sempre affermato che la nostra opposizione al deposito di scorie non è pregiudizievole ma si fonda su considerazioni empiriche, studi scientifici e osservazioni tecniche da noi scritte nero su bianco e inviate alla Sogin cosi come recepite dal Consiglio Comunale della Città di Gravina in Puglia il 01/02/2021 nel quale esprimeva la propria contrarietà. Le nostre osservazioni furono discusse in un incontro pubblico nel Seminario Nazionale del settembre 2021 ed esposte alla Sogin da un tecnico incaricato dell'allora amministrazione.

Per la verità sin da maggio scorso avevamo preannunciato la riduzione dei siti da 67 a 59 attraverso una lettera inviata all'attuale Sindaco Lagreca chiedendogli di concertare con noi una mobilitazione popolare sempre nell'ottica di tenere alta la tensione su questo tema e convocare un Consiglio Comunale monotematico, unitamente alla richiesta di incontro congiunto con l'Assessore Regionale Maraschio. Da allora non abbiamo ancora avuto risposte alla nostra lettera di incontro e comunque prendiamo atto della condivisione di un consiglio monotematico proposto dal Sindaco e dal Consiglio Comunale di ieri, invitando le Istituzioni a concordare e condividere i prossimi passi di coinvolgimento e di informazione da dare alla cittadinanza. Richieste che riformuliamo sulla scorta delle preoccupanti scelte previste dalla Sogin. Tutti insieme per scongiurare questo evento negativo per il nostro territorio lavorando congiuntamente con le rappresentanze sociali e ambientali del territorio facenti parte del Comitato di Consultazione Popolare, evitando di gestire una battaglia in maniera solitaria. In ultimo ci preme sottolineare che le scelte e indirizzi di questo Governo ci sembrano sbagliate e prive di logica, aventi come unico obiettivo l'allocazione del deposito nazionale e di conseguenza quella di percorrere definitivamente la strada del nucleare in Italia.

È il solito gioco delle tre carte perché il decreto-legge del 9 dicembre 2023, n. 181 da un lato contraddice l'intero processo di individuazione intrapreso da Sogin e dall'altro apre nei fatti la possibilità a tutti i Comuni italiani di autocandidarsi per ospitare il deposito nazionale. Anche questa scelta del Governo ci lascia perplessi e rischia di fomentare nuove e inevitabili tensioni sociali che da qui ai prossimi 30 giorni potranno sollevarsi.

il coordinamento del Comitato di Consultazione Popolare
  • Scorie
  • Scorie nucleari
  • Deposito Nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito Scorie, Varrese replica al Comitato di Consultazione popolare Deposito Scorie, Varrese replica al Comitato di Consultazione popolare Per L’assessore “Stravolte le regole della correttezza Istituzionale
Deposito scorie, il comitato cittadino chiede chiarimenti al Sindaco Deposito scorie, il comitato cittadino chiede chiarimenti al Sindaco Preoccupa la comunicazione del Ministero
Deposito scorie, Ministero Ambiente acquisisce delibera consiglio intercomunale Deposito scorie, Ministero Ambiente acquisisce delibera consiglio intercomunale Lo ha comunicato il sindaco Lagreca
Deposito scorie, Varrese replica a Verna Deposito scorie, Varrese replica a Verna L'Assessore all'Ambiente Vincenzo Varrese risponde alla richiesta di chiarimento del Consigliere Comunale di UnaBellaStoria
Deposito scorie, Verna: non bisogna abbassare la guardia Deposito scorie, Verna: non bisogna abbassare la guardia Interpellanza del Consigliere di UnaBellaStoria
Interpellanza del M5S in Senato sulle scorie nucleari tra Puglia e Basilicata Interpellanza del M5S in Senato sulle scorie nucleari tra Puglia e Basilicata La senatrice pentastellata Patty L'Abbate si fa portavoce della Comunità Murgiana
Scorie Nucleari in Contrada Zingariello al Bosco Difesa Grande a Gravina. A chi importa? Scorie Nucleari in Contrada Zingariello al Bosco Difesa Grande a Gravina. A chi importa? Comunicato della consigliera comunale Maria Conca dei Cittadini Gravinesi
Consiglio intercomunale: fronte compatto contro il deposito di rifiuti radioattivi Consiglio intercomunale: fronte compatto contro il deposito di rifiuti radioattivi Un incontro tra i rappresentanti dei comuni pugliesi e lucani coinvolti, ospitato presso la Fondazione Benedetto XIII a Gravina in Puglia
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.