Fototrappole
Fototrappole
Territorio

Nuove fototrappole nel Parco dell'Alta Murgia

L'abbandono dei rifiuti è una piaga che non risparmia nemmeno le grotte

L'abbandono dei rifiuti è una piaga in tutto il Parco dell'Alta Murgia. Nei 13 Comuni appartenenti all'area protetta nemmeno le lame, le grotte, gli scorci paesaggistici e naturalistici più caratterizzanti sono risparmiati dalla bruttezza dello spettacolo di rifiuti di vario genere, lasciati in ogni dove, compresi i cigli e le piazzole stradali.

Il Parco nazionale dell'Alta Murgia ha deciso di installare nuove fototrappole in alcuni dei luoghi più sensibili. L'attività sarà svolta in collaborazione con i Carabinieri forestali del reparto competente sul territorio dell'area protetta.

L'Ente ha portato avanti una serie di bonifiche, ad esempio nelle grotte del Cavone e di Faraualla, liberando ingenti quantitativi di pneumatici e rottami di auto. Questi sforzi sono stati effettuati insieme all'Esercito. Tuttavia il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti non conosce soste. Si spera che gli ausili tecnologici possano consentire di individuare e multare alcuni dei responsabili ma è una pia illusione pensare che le fototrappole e i pattugliamenti possano fermare coloro che sporcano e deturpano l'ambiente. Perché il Parco è molto esteso (tutto il Parco è di 67.000 ettari), sorvegliarlo per intero è impossibile. Oltre al territorio inserito nell'area protetta, ci sono anche le aree contigue (per Gravina, ad esempio, il Bosco Difesa Grande).

Di appelli alla responsabilità collettiva e alla collaborazione ne sono stati fatti tanti ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Per certi versi, la situazione sembra pure peggiorare.
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Rifiuti
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Motocross nel Parco dell’Alta Murgia Motocross nel Parco dell’Alta Murgia Carabinieri Forestali sanzionano tre motociclisti
Mario Conca, igiene urbana: non rispettato contratto Mario Conca, igiene urbana: non rispettato contratto Appello a controllare e sanzionare la società di gestione del servizio
Presentazione piano per l'ospitalità sostenibile Presentazione piano per l'ospitalità sostenibile Incontro presso la sede del Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Il sindaco Lagreca nel Consiglio direttivo Parco Alta Murgia Il sindaco Lagreca nel Consiglio direttivo Parco Alta Murgia Giovanna Bruno, sindaca di Andria, eletta vicepresidente della Comunità del Parco
Nel Parco dell’Alta Murgia un progetto per custodire zone umide Nel Parco dell’Alta Murgia un progetto per custodire zone umide Quattro pubblicazioni illustrano il patrimonio di biodiversità racchiuso nelle zone umide del Parco
Il Parco dell’Alta Murgia intende potenziare la connettività Il Parco dell’Alta Murgia intende potenziare la connettività Un incontro a Gravina presso la sede dell’ente
1 Gravina città sporca Gravina città sporca Non un bel biglietto da visita per i turisti
Lotta all’abbandono dei rifiuti Lotta all’abbandono dei rifiuti Prosegue la collaborazione tra Polizia Locale e Polizia Metropolitana
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.