Fuochi d'artificio
Fuochi d'artificio
Palazzo di città

Niente botti sino al 7 gennaio

Da oggi in vigore l'ordinanza per tutelare persone e animali

Botti e fuochi d'artificio vietati per tutto il periodo natalizio. Alla polizia municipale e alle forze dell'ordine il compito di vigilare sul rispetto dell'ordinanza.

Questo quanto disposto per il secondo anno consecutivo dal primo cittadino Alesio Valente che ha allungato il periodo di validità dell'ordinanza rispetto allo scorso anno quando l'atto sindacale fu emesso solo per Capodanno.
L'ordinanza impone "il divieto d'uso dei fuochi pirotecnici non posti in libera vendita, senza la licenza" prevista dal Testo unico di pubblica sicurezza, a partire da oggi e sino alle 7 del prossimo 7 gennaio 2015.
La decisione di stoppare i fuochi pirotecnici, spiega il sindaco Valente, "è stata presa per tutelare la quiete pubblica, prevenendo il potenziale verificarsi di eventi anche tragici in danno delle persone, soprattutto anziani e minori, ma pure per garantire l'incolumità̀ psico-fisica degli animali". Motivo per il quale si prescrive una serie di divieti che riguardano non solo l'uso ma anche la vendita "di ogni tipo di fuochi d'artificio ascrivibile alla categoria IV e V, compresi gli ex fuochi di libera vendita ora obbligatoriamente classificati in una delle suddette categorie".
Saranno, dunque, interdetti l'uso e la vendita dei fuochi "che abbiano effetto scoppiante, crepitante o fischiante, tipo rauto o petardo ed esclusi i prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e pallone luminoso". Ulteriori restrizioni sono fissate per i minorenni anche con riguardo all'utilizzo dei fuochi esclusi dai divieti elencati, mentre sono ovviamente esclusi dall'elenco dei divieti gli spettacoli professionali debitamente autorizzati.

I trasgressori saranno puniti con sanzioni amministrative ricomprese tra i 25 ed i 500 euro.
Un'ordinanza, che sempre più Comini hanno deciso di adottare come atto di civiltà e di rispetto non solo per i cittadini che non amano i festeggiamenti scoppiettanti ma anche per gli animali per cui i botti rappresentano un vero e proprio pericolo.

Il rumore degli scoppi dei botti di capodanno è un vero incubo per gli animali, sia domestici che selvatici. Secondo le ultime stime, i botti causano la morte di 5000 animali ogni anno, e di questi 1500 sono cani e gatti. Possono morire di paura, bruciati, per lesioni gravi dovute a comportamenti dettati dal panico. Ma non è solo la morte la triste conseguenza dell'usanza di sparare petardi, bombette o fuochi d'artificio. Molti animali subiscono traumi psichici oppure si feriscono cercando di mettersi al riparo o fuggendo. Basti pensare che i cani hanno un udito due volte più potente di quello umano, dunque è facile immaginare l'effetto che gli scoppi hanno su di loro.
Un atto di civiltà, dunque, per ricordarsi che basta un brindisi per festeggiare degnamente le prossime festività.
  • Ordinanza
  • Botti
Altri contenuti a tema
Ripartono le attività ricreative e di spettacolo Ripartono le attività ricreative e di spettacolo Nuova ordinanza della Regione Puglia
3 Fase 2: riaprono negozi, alberghi e parrucchieri Fase 2: riaprono negozi, alberghi e parrucchieri Pubblicata l'ordinanza sulle attività produttive ed economiche
1 Al cimitero in ordine alfabetico Al cimitero in ordine alfabetico Ordinanza del sindaco per regolamentare gli accessi
5 25, 26 aprile e 1 maggio: divieto di uscita per hobbisti 25, 26 aprile e 1 maggio: divieto di uscita per hobbisti Ordinanza del sindaco Valente per scoraggiare scampagnate
1 Ordinanza di Emiliano per le attività negli orti Ordinanza di Emiliano per le attività negli orti Gli spostamenti ora sono consentiti
Gravina, niente scuola il 27 aprile Gravina, niente scuola il 27 aprile Per la fiera degli animali
Per neve e ghiaccio a Gravina c'è l'obbligo di catene o gomme termiche Per neve e ghiaccio a Gravina c'è l'obbligo di catene o gomme termiche A partire da oggi. La decisione del Comune riguarda la viabilità cittadina
Botti di Natale vietati a Gravina per il periodo delle feste Botti di Natale vietati a Gravina per il periodo delle feste Ordinanza firmata dal sindaco Valente
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.