Falco Grillaio
Falco Grillaio
Territorio

La nidificazione del falco grillaio

Le telecamere seguono in diretta la vita di una coppia di falchi. La schiusa delle uova è prevista attorno al 12-14 giugno

Una webcam installata dal Parco Nazionale dell'Alta Mugia e dalla LIPU in un nido artificiale in uno dei tredici comuni del Parco segue in diretta la vita di una coppia di falchi grillai. L'iniziativa rientra nel progetto "Il Parco per il Grillaio", promosso dall'Ente Parco per la conservazione della specie attraverso il monitoraggio a lungo termine della popolazione nel territorio del Parco ed il recupero del maggior numero possibile di pulli che cadono dai nidi nei centri storici dei Comuni del Parco.

I tetti delle abitazioni nei centri storici, ricoperti con coppi in argilla, offrono numerose possibilità di nidificazione per questa specie di falco minacciate a livello globale e quindi particolarmente protetta. Spesso però le ristrutturazioni di questi edifici determinano una riduzione degli spazi idonei alla nidificazione, nonostante le vigenti norme della Regione Puglia in materia di misure di conservazione dei Siti Natura 2000. L'installazione di nidi artificiali può rappresentare una valida alternativa.

Nel nido che si osserva con la webcam, installato dalla LIPU insieme ad altri 200 in diversi comuni del Parco a partire dal 2007, la coppia di Grillai è ritornata a marzo di quest'anno. Nei mesi trascorsi il nido è stato oggetto di visite sporadiche durante il giorno: il maschio richiamava continuamente la femmina al nido anche attraverso l'offerta di cibo quale scarabei, grillotalpe e scolopendre, prede preferite in questo periodo prima dell'arrivo delle cavallette. Queste ultime costituiscono la dieta abituale dei piccoli.

Il 12 maggio è stato deposto il primo uovo; il 14 maggio il secondo ed il 18 maggio il terzo. Il quarto ed ultimo uovo è stato deposto il 23 maggio. Durante la cova gli adulti si alternano nel nido ed ognuno si procura il cibo per sé. Durante la notte il nido è presidiato sempre dalla femmina che ha iniziato la cova con la deposizione del terzo uovo. La schiusa delle uova è prevista attorno al 12-14 giugno.
  • Falco Grillaio
  • Nidificazione
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • LIPU
Altri contenuti a tema
Tarantini nel direttivo della Federparchi Tarantini nel direttivo della Federparchi Il presidente del Parco nazionale dell’Alta Murgia consigliere dell’organo nazionale
Sergio Costa in visita al Parco dell’Alta Murgia Sergio Costa in visita al Parco dell’Alta Murgia L'ente presenta candidatura Geoparco Unesco e le azioni per lo sviluppo sostenibile
Ministro per l'ambiente Costa in visita al Parco dell'Alta Murgia Ministro per l'ambiente Costa in visita al Parco dell'Alta Murgia Con il presidente Tarantini incontrerà autorità locali e regionali
Non è finito l'attacco ai boschi dell'Alta Murgia Non è finito l'attacco ai boschi dell'Alta Murgia Oggi circa 80 ettari bruciati nel territorio del Parco nazionale
Parte il progetto “Masserie 2.0” Parte il progetto “Masserie 2.0” Migliorare la connettività per promuovere il territorio del Parco dell’Alta Murgia
Il Parco dell’Alta Murgia vara il suo piano antincendi Il Parco dell’Alta Murgia vara il suo piano antincendi Coinvolte aziende agricole, Arif e Cnr. Lancio di una campagna social
Devastante incendio nel Parco dell'Alta Murgia, denunciato un agricoltore Devastante incendio nel Parco dell'Alta Murgia, denunciato un agricoltore Molto rapide le indagini dei carabinieri
Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori Prevenzione incendi, il Parco si affida agli agricoltori L'anno scorso fiamme in 87 ettari di bosco dell'Alta Murgia. Ieri già 40 a Minervino
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.