Incidente in via Salvatore Vicino
Incidente in via Salvatore Vicino
Trasporti

In Puglia incidenti e morti in calo nel 2017

Dato in controtendenza rispetto alla media nazionale ma restano tante criticità

Di seguito, un comunicato dell'assessore alle Infrastrutture, Mobilità e LL.PP., Giovanni Giannini, sui dati degli incidenti stradali in Puglia nell'anno 2017

Sulla base dei dati trasmessi dalle Polizie Locali, dall'Arma dei Carabinieri e dalla Polizia Stradale all'Agenzia regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio, è emerso che sono stati verbalizzati in Puglia 9.786 incidenti stradali con lesione che hanno provocato il decesso di 236 individui ed il ferimento di 16.359 persone. Rispetto al 2016 il numero degli incidenti con lesione a persone è diminuito dell'1,5%, il numero degli incidenti mortali del 7,5%, il numero dei morti del 7,1% ed il numero dei feriti del 2,4%.
Il 69,4% degli incidenti stradali si è verificato all'interno dei centri urbani, il 29,8% fuori dagli abitati e lo 0,8% in autostrada. Rispetto al 2016 si è registrato un decremento della mortalità su tutti gli ambiti stradali con valori pari al 14,5% in ambito urbano e del 4,4% nelle strade extraurbane e de25,0% in autostrada.
Nel 2017 è il secondo semestre il periodo più cruento dell'anno registrando il 54,3% degli incidenti mortali ed il 53,4% dei decessi. I mesi estivi di Giugno, Luglio e Agosto hanno registrato il più alto numero di incidenti stradali con lesioni mentre il più alto numero di decessi è stato registrato ad Agosto con 29 morti. Nel 2017, nelle strade della nostra regione si è registrata la perdita di 19 individui al mese - nel 2016 erano stati 21 i decessi mensili - confermando il dato registrato nel 2014 e nel 2015.
Nel 53,8%% dei casi l'incidente mortale si è verificato tra due o più veicoli, nel 39,1% dei casi si è registrato l'incidente a veicolo isolato e nel 7,1% dei casi si è trattato di investimento di pedone. Tra i conducenti deceduti il 61,2% era alla guida di un'autovettura, il 21,2% alla guida di un motociclo, l'8,2% era alla guida di una bicicletta ed il 3,5% alla guida di un ciclomotore. I pedoni deceduti rappresentano il 7,6 dei morti totali e rispetto al 2016 hanno registrato un decremento del 27,7%.
Tra le principali circostanze presunte di incidente stradale mortale si è registrato il mancato rispetto dei limiti di velocità o l'eccesso di velocità che ha causato lo sbandamento o la fuoriuscita del veicolo dall'asse stradale; la distrazione alla guida ed il mancato rispetto della distanza di sicurezza; il mancato rispetto della precedenza, del segnale di stop o della segnaletica semaforica, la circolazione contromano e la presenza improvvisa di ostacolo.
Il rapporto completo e dettagliato redatto dall'Agenzia Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio e le mappe tematiche sull'incidentalità stradale, sono disponibili sul sito dell'ASSET, nella sezione sicurezza stradale, all'indirizzo: http://asset.regione.puglia.it.

In queste ultime settimane le strade della Puglia sono state teatro di alcuni incidenti stradali mortali che hanno determinato dolorosissime conseguenze con la perdita di vite umane.
L'impegno che la Regione ha assunto affinchè il trend di tali episodi possa continuare a ridursi, in un prossimo futuro, trova conforto nei dati sull'incidentalità stradale registrati nel corso dell'anno 2017 che hanno evidenziato una diminuzione della mortalità nella nostra regione, in controtendenza al dato nazionale che ha, invece, registrato un aumento della mortalità per incidente stradale.

I dati presentati dall'ASSET nel rapporto sull'incidentalità stradale del 2017 consolidano la tesi secondo cui nella maggior parte dei casi è il comportamento dei conducenti a determinare l'esito, in alcuni casi mortale, del sinistro.
L'Assessorato alla mobilità con l'Asset intendono proseguire il percorso avviato nell'anno passato attraverso il lancio di una nuova campagna di comunicazione sulla sicurezza stradale e la prosecuzione, per l'anno scolastico 2018-2019, delle attività di educazione alla sicurezza stradale con il progetto "La strada non è una giungla" rivolto a studenti ed insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado, realizzato in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale".
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.