parco alta murgia
parco alta murgia
Territorio

“Il Parco Regionale delle Gravine ai cacciatori”

Le associazioni ambientaliste contro la Regione Puglia. Il via libera grazie ad un emendamento votato martedì scorso

E' stata votata martedì 28 dicembre la Legge Regionale per il Bilancio, ma quel che ha creato agitazione nelle locali associazioni ambientaliste è stato l'ok ad un emendamento che ne modifica la Legge istitutiva. Dalle norme di salvaguardia, infatti, è stato cancellato il divieto di caccia e quello di accesso con mezzi motorizzati sulle strade non segnate. In pratica, un passo indietro che permette ai cacciatori di sparare o "scorazzare" tra le bellezze del Parco Regionale delle Gravine.

Ad insorgere è il Coordinamento provinciale del Parco delle Gravine rappresentato dalla Federazione Speleologica Pugliese, Italia Nostra Puglia, Legambiente Puglia, LIPU Puglia, Società Speleologica Italiana e WWF Puglia.

"L'obiettivo è ovviamente quello di regalare territorio libero ai cacciatori, in ossequio a una mercificazione elettorale, approfittando del ricatto dell'approvazione di una legge di notevole importanza – affermano polemicamente le associazioni ambientaliste –. La genesi dell'emendamento si riconduce evidentemente a qualche consigliere regionale che ha il proprio bacino elettorale tra i cacciatori. Ma non hanno fatto mancare il disinvolto appoggio consiglieri sia di maggioranza che di opposizione. A breve sarà nota la 'blacklist' di coloro che hanno votato l'emendamento".

Le associazioni in difesa del Parco Regionale, insomma, preannunciano battaglia e, intanto, mettono in luce gap burocratici alla base dell'iniziativa normativa e le conseguenze che potrebbero derivare proprio per gli stessi cacciatori. "La legge regionale sulle aree protette, infatti – dice ancora il Coordinamento provinciale del Parco delle Gravine –, prevede il divieto di caccia all'interno dei Parchi. Divieto confortato anche dalla Legge quadro nazionale n.394 sulle aree protette. La goffa iniziativa degli estensori dell'emendamento, quindi, porrà imbarazzo tra le Istituzioni regionali e le Autorità (Corpo Forestale dello Stato e altri organi di PG e Magistratura) che avranno comunque l'obbligo di perseguire penalmente quei cacciatori sorpresi a esercitare attività venatoria nell'area protetta. Questo produrrà situazioni di confusione che non gioveranno né ai cacciatori e tanto meno all'intera comunità del Parco".

Intanto è da registrare il voto contrario dei membri del Governo Regionale, a cominciare dall'Assessore Barbanente che ha immediatamente e pubblicamente preso le distanze dall'emendamento alla Legge regionale di Bilancio. "Tale posizione – concludono le associazioni ambientaliste – rispecchia etica politica e riscuote il pieno apprezzamento dell'associazionismo che, ora, però, chiede a Vendola e ai partiti di maggioranza e opposizione se intendono porre rimedio o pensano di mantenere agli occhi dell'opinione pubblica questo vero e proprio esempio di malapolitica".


  • LIPU
  • Presidente della Regione Nichi Vendola
Altri contenuti a tema
Maltempo, la Lipu chiede la chiusura anticipata della stagione di caccia Maltempo, la Lipu chiede la chiusura anticipata della stagione di caccia Tutelare la fauna per salvare il nostro ecosistema
1 LIPU salva due barbagianni al Cimitero LIPU salva due barbagianni al Cimitero I due splendidi esemplari si erano rintanati in un loculo di una cappella
Il Vangelo murgiano secondo Pasolini Il Vangelo murgiano secondo Pasolini Vendola: “Il suo Sud trincea contro l’omologazione”
Piano per lo sviluppo rurale: bocciato Piano per lo sviluppo rurale: bocciato LIPU e WWF contro la Regione: "Pretendiamo risposte"
Conoscere la Biodiversità Conoscere la Biodiversità Lipu e Regione incontrano le scuole
“Le Province hanno competenza nella pianificazione territoriale” “Le Province hanno competenza nella pianificazione territoriale” Il presidente Schittulli scrive a Vendola a proposito di Aree Vaste
Il Comitato S.p.A. rivolge un appello al presidente Vendola Il Comitato S.p.A. rivolge un appello al presidente Vendola «Amputare la sanità di posti letto è possibile solo se si dispone di tempo»
Caccia? No, grazie! Caccia? No, grazie! "Una stagione venatoria illegittima"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.