giornata della memoria
giornata della memoria
Eventi e cultura

Giornata della memoria per non dimenticare

La Provincia ospita una mostra dedicata ad Anne Frank. Questa sera concerto della memoria preso le Officine Culturali di Gravina

Oggi 27 gennaio 2011 ricorre l'undicesimo Giorno della Memoria istituito con la Legge n. 211 del 20 luglio 2000. L'art. 1 così recita: "La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati."

In tutti questi anni, le testimonianze dei sopravvissuti hanno rilevato tutto l'orrore e l'efferatezza della politica nazista rivolta allo sterminio della razza ebrea.
Con l'intendo di non dimenticare, ma soprattutto con la speranza che la Storia non sia mai più costretta a raccontare simili crudeltà oggi si celebreranno in tutte Italia numerose manifestazioni. In un momento così delicato per l'intero Paese, dove sono sempre più frequenti episodi di razzismo e di xenofobia è importante capire che questo non è solo il momento del ricordo e della commozione ma deve diventare un'occasione di educazione per le nuove generazioni. Educazione al dialogo, al rispetto, al confronto costruttivo e soprattutto alla integrazione.

Per la giornata di oggi, anche il Comune di Gravina ha organizzato, presso le Officine culturali di via San Vito Vecchio un concerto in memoria delle vittime dell'ecidio nazista al quale prenderanno parte anche il sindaco Divella e l'assessore regionale alla cultura Silvia Godelli.
Ieri mattina invece, presso la Sala del Colonnato della Provincia di Bari, è stata inaugurata una mostra dal titolo "Anne Frank, una storia attuale".All'inaugurazione hanno preso parte il presidente Schitulli e l'assessore regionale Godelli unitamente al sindaco di Bari e ad una rappresentanza dell'Ambasciata dei Paesi Bassi. In rappresentanza della Fondazione Anne Frank House di Amsterdam ha partecipato Barry Van Driel. La mostra sarà allocata fino al 2 febbraio presso la Sala del Colonnato del Palazzo della Provincia dopo l'intera esposizione di foto, testi del diario e memorie dei sopravvissuti della famiglia Frank saranno trasferiti presso la sala Murat nel centro di Bari dove sarà aperta al pubblico fino al prossimo 27 febbraio.
La mostra in pillole
Il percorso ha un andamento cronologico che si snoda lungo 34 pannelli: la prima parte copre l'intero arco di vita di Anne, dal 1929 al 1945, mentre gli ultimi pannelli si riferiscono al ritorno dell'unico superstite della famiglia Frank, Otto, alla vicenda del Diario di Anne, fino ad un accenno alle più recenti violazioni dei diritti umani nel mondo.
Più nello specifico la mostra risulta suddivisa in 5 periodi ordinati cronologicamente – evidenziati anche graficamente da diversi colori di fondo dei pannelli - che consentono l'approfondimento di altrettante tematiche.

LA Fondazione Anne Frank
La nascita della Fondazione e della Casa Museo di Amsterdam è strettamente legata alle vicende dell' edificio di Prinsengracht 263 in cui la famiglia Frank visse in clandestinità per oltre 2 anni.
Infatti, nel 1957, venne lanciata un'iniziativa per salvare dalla demolizione la palazzina in cui era stato allestito l'alloggio segreto; anche grazie alla prima pubblicazione del Diario nel 1947, questa azione incontrò un ampio sostegno che consentì la nascita della Fondazione e, 3 anni dopo, l'apertura al pubblico della Casa che oggi vanta un numero annuo di visitatori che supera il milione.
Dal 2001 partecipa attivamente al progetto Monitoraggio sul razzismo e sull'estrema destra. Inoltre la Casa di Anne Frank è la sede olandese del Centro di monitoraggio dell'Osservatorio europeo dei fenomeni di razzismo e xenofobia (EUMC) di Vienna.

Materiali correlati alla mostra
Nel percorso della mostra sarà disponibile il documentario introduttivo: La breve vita di Anne Frank (28´). La vicenda di Anne Frank è narrata attraverso le citazioni dal diario e le fotografie di famiglia. Il film contiene: le uniche immagini video finora rinvenute in cui compaia Anne, tratte da un filmato originale.

www.annefrank.org - sito web ufficiale della Casa di Anne Frank di Amsterdam.


  • Concerto
  • Giornata della memoria
  • Anne Frank
Altri contenuti a tema
Gravina non dimentica i suoi martiri degli eccidi nazifascisti Gravina non dimentica i suoi martiri degli eccidi nazifascisti Iniziative dell’amministrazione comunale in occasione della giornata della Memoria
Le iniziative del Comune per la Giornata della memoria Le iniziative del Comune per la Giornata della memoria Si comincia il 26 gennaio con la deposizione di una targa, un dibattito e uno spettacolo
"Diolovuole Band" suona a Gravina, canzoni scritte da don Peppe Logruosso "Diolovuole Band" suona a Gravina, canzoni scritte da don Peppe Logruosso Musiche ispirate al messaggio di Papa Francesco e a quello di don Tonino Bello
Matera 2019, il 19 luglio il concerto dei Subsonica con il loro “8Tour” Matera 2019, il 19 luglio il concerto dei Subsonica con il loro “8Tour” La famosa band celebra i 50 anni dell'uomo sulla luna
Giornata della Memoria, tra presente e passato Giornata della Memoria, tra presente e passato La Shoah monito per il presente. Al "Vida" una serata di riflessioni e teatro
Definito il programma “Per non dimenticare” Definito il programma “Per non dimenticare” Gravina pronta per la Giornata della Memoria
1 73° Giorno della Memoria: Gravina non dimentica 73° Giorno della Memoria: Gravina non dimentica Tutti gli appuntamenti del giorno per commemorare le vittime del Nazismo
2 Grande successo per il Concerto di Natale dedicato a Don Carlo Grande successo per il Concerto di Natale dedicato a Don Carlo La Cattedrale gremita di gente accorsa per assistere ad uno degli eventi natalizi più attesi
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.