Convento Santa Sofia
Convento Santa Sofia
Palazzo di città

Ex convento di Santa Sofia, lavori in corso per rendere fruibili gli ipogei

Il ribasso della ditta appaltatrice fa risparmiare circa 95.000 euro alle casse pubbliche

I lavori sono iniziati il 10 settembre e si concluderanno, come da appalto, entro "223 giorni naturali ed esaustivi". Si tratta di una nuova tranche di lavori per rendere fruibili gli ipogei venuti alla luce nel corso dei lavori di restauro dell'ex convento di Santa Sofia.

Adesso, dopo l'affidamento e l'inizio dei lavori, si è giunti ad una ridefinizione del quadro economico che, in seguito al ribasso di gara, ha portato ad un risparmio per le casse pubbliche di circa 95mila euro.

La vicenda parte da lontano. Quando l'ex convento di Santa Sofia è stato interessato da due interventi di restauro, entrambi conclusi. Durante i lavori del primo stralcio è stato ritrovato un complesso ipogeo, di cui non si aveva notizia, che si sviluppava attraverso una serie di ambienti tutti scavati nella roccia i quali, per i loro caratteri morfologici, sembrano essere legati a contesti funerari tardo-antichi.

"Con i lavori precedenti è stato possibile raccordare fisicamente gli ipogei ai livelli superiori mediante la realizzazione di una scala in metallo e una passerella, al fine di garantire un accesso più agile e sicuro in vista di una apertura e fruizione al pubblico"- spiegano i tecnici comunali.

In seguito a tali ritrovamenti, l'Amministrazione comunale ha fatto richiesta al Governo centrale di un contributo da prendere sulla quota dell'otto per mille.
Contributo concesso all'amministrazione comunale, che ha affidato il progetto di restauro dell'ipogeo all'arch. Antonio Aulenti. Progetto che è stato così approvato in maniera definitiva nel marzo 2017, per un importo complessivo di spesa di 348.758,09 euro.

Un appalto vinto dalla ditta Dentico di Bari, con un ribasso di oltre il 30 per cento sulla cifra d'asta e con la firma sul contratto per l'inizio dei lavori apposta nel luglio scorso.

Il lungo iter burocratico ci porta ai giorni nostri, quando il Comune ha ridetermina il quadro finanziario dell'intervento, che ha subito variazioni a seguito dell'espletamento della gara d'appalto, con un risparmio economico di 94.595,35 euro.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.