Soldi
Soldi
Territorio

Dalla Regione, 60 milioni per gli aiuti per la tutela dell'ambiente

L'assessore Mazzarano: "Orgoglioso di questa nuova misura"

Pubblicato il bando per gli aiuti per la tutela dell'ambiente, la Regione Puglia ha stanziato 60 milioni di euro.

"Sono particolarmente orgoglioso di questa nuova misura - ha dichiarato l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano - perchè interpreta pienamente con un nuovo atto concreto la volontà politica, espressa in ogni occasione in questa prima parte della legislatura dal governo Emiliano, di realizzare in Puglia una nuova strategia di sviluppo sostenibile, impegnando ogni risorsa disponibile per ridurre l'impatto ambientale sulla vita delle persone".

Il fondo "Aiuti per la tutela dell'ambiente" è finalizzato a promuovere l'efficientamento energetico delle micro e delle piccole e medie imprese al fine di ridurne i consumi energetici in una percentuale almeno pari la 10 percento dell'unità locale oggetto dell'investimento. I potenziali beneficiari potranno essere operativi nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. I progetti di investimento ammissibili devono prevedere una spesa non inferiore ad 80mila euro per unità locale, con un investimento massimo agevolabile pari a 2 milioni di euro per le piccole imprese e 4 milioni per le medie.
Sono ammissibili interventi di efficienza energetica, cogenerazione ad alto rendimento, produzione di energia da fonti rinnovabili.

Le agevolazioni consistono in sovvenzioni dirette e mutui, a valere sullo strumento finanziario denominato Fondo Mutui Pmi "Tutela dell'ambiente". La copertura finanziaria del piano di investimento finanziato dalla misura è prevista in: 40% come sovvenzione diretta; 30% mutuo a carico del Fondo Mutui a tasso zero; 30% come mutuo a carico della banca finanziatrice.
Attraverso Puglia Sviluppo, che utilizza i fondi europei del FESR in una strategia complessiva di competitività della Regione Puglia, si procederà al conferimento di una dotazione finanziaria in favore di ciascun soggetto finanziatore per una quota pari al 50% del finanziamento concesso a copertura dell'investimento per ogni singola impresa.

"Grazie a questa misura - ha concluso l'assessore Mazzarano - saremo così in grado di cogliere un doppio obiettivo, sia quello di abbattere le emissioni di CO2 prodotto che quello di abbattere i costi di produzione per le imprese che renderà i prodotti e i servizi più competitivi sul mercato globale".
  • Ambiente
Altri contenuti a tema
Progetto Innonetwork COHECO Progetto Innonetwork COHECO I Partner presentano le loro attività e i primi risultati
Marcia per il clima venerdì 27 settembre Marcia per il clima venerdì 27 settembre “I rifiuti non si gettano, si raccolgono”
A Gravina arriva il festival della sostenibilità A Gravina arriva il festival della sostenibilità Eco: il riverbero delle nostre azioni sulle generazioni future
"Buchi rossi" sulle rocce, svelato il mistero "Buchi rossi" sulle rocce, svelato il mistero Servono per un film: sono punti di ancoraggio topografico per rilievi geoscan. Sono lavabili
Gravina aderisce alla giornata mondiale dell’ambiente Gravina aderisce alla giornata mondiale dell’ambiente Commissione consiliare a lavoro per mettere a punto iniziative
"Semi di sostenibilità" sbarca a Gravina "Semi di sostenibilità" sbarca a Gravina A Gravina trenta giovani di diverse nazioni europee
Apre i battenti a Gravina la sezione dell’Anpana Apre i battenti a Gravina la sezione dell’Anpana Obiettivo dichiarato: tutelare la natura e gli animali da indifferenza e incuria
Studenti in piazza per salvare il futuro Studenti in piazza per salvare il futuro Oggi è il "Global Strike for Future" nato dalla tenacia di Greta Thunberg
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.