ristorazione
ristorazione
Territorio

Da lunedì la Puglia in area gialla

Vengono meno molte limitazioni. Riaprono musei, cinema, teatri

Dopo sei settimane in area rossa e due in arancione, con tutte le restrizioni e le limitazioni per vari settori economici e per gli spostamenti delle persone, da lunedì 10 maggio la Puglia passa in area gialla.

Queste sono le regole in area gialla in base alle disposizioni nazionali:
  • Divieto di circolazione dalle 22 alle 5, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità
  • Consentiti gli spostamenti in ingresso e uscita dalla regione. Raccomandazione di non spostarsi dalle 5 alle 22, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità e per assicurare la didattica in presenza
  • Spostamenti consentiti all'interno della regione verso un'abitazione privata, una sola volta al giorno, per massimo 4 persone, oltre figli minori di 18 anni, persone con disabilità o non autosufficienti
  • Chiusura degli esercizi commerciali all'interno di centri commerciali e assimilabili nei giorni festivi e prefestivi, salvo farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie
  • Regolare attività di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie
  • Per le scuole secondarie di secondo grado, didattica in presenza tra il 70% e il 100%, salvo laboratori e attività di alunni/e con disabilità e bisogni educativi speciali: in Puglia vige l'ordinanza di Emiliano sulla didattica a scelta, sino alla fine dell'anno scolastico
  • Didattica in presenza con uso obbligatorio della mascherina, salvo per bambini/e al di sotto dei 6 anni e con disabilità incompatibili con la mascherina: in Puglia vige l'ordinanza di Emiliano sulla didattica a scelta, sino alla fine dell'anno scolastico
  • Corsi di formazione pubblici e privati a distanza, salvo per medici e attività di formazione ministeriale
  • Raccomandazione di ricorrere al lavoro agile (smart working) nella percentuale più alta possibile
  • Mezzi di trasporto locali e regionali al 50% della capienza
  • Consentite le attività di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Consentito il domicilio e, fino alle 22, l'asporto. Regolare attività per la somministrazione di cibo e bevande in autostrade, ospedali e aeroporti
  • Chiusura di palestre, piscine, centri benessere, centri termali, impianti sciistici. Consentita l'attività motoria all'aperto presso centri sportivi e le attività riabilitative e terapeutiche. Gli spogliatoi dei centri non sono utilizzabili
  • Regolare attività dei servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, estetisti)
  • Consentiti gli spettacoli aperti al pubblico in cinema, teatri, altri locali con posti a sedere preassegnati, distanza interpersonale di almeno un metro e capienza massima consentita del 50% con massimo 1000 spettatori all'aperto e 500 al chiuso in ogni sala. Apertura dei musei
  • Chiusura di sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò anche all'interno di locali adibiti ad attività differente
  • Chiusura di parchi tematici e di divertimento, salve attività ricreative, ludiche ed educative
  • Sospensione di eventi, congressi, discoteche
  • Consentiti eventi sportivi riconosciuti dal Coni e dal Comitato italiano paralimpico a porte chiuse. Consentite all'aperto le attività sportive anche di squadra e di contatto
Il commento dell'assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco. "L'ordinanza del ministro Speranza che inserisce la Puglia nella "zona gialla" da lunedì 10 maggio non è un invito al "liberi tutti" - dice -. Dovremo continuare a mantenere tutte le cautele, evitando gli assembramenti che in ogni caso restano vietati, igienizzando le mani, usando le mascherine e mantenendo la distanza in ogni luogo, aperto o chiuso che sia. La circolazione del virus resta alta e la pressione sulle strutture sanitarie è ancora pesante. Non dobbiamo sprecare l'opportunità di tornare al più presto alla normalità, grazie anche alla campagna vaccinale e all'avvicinarsi della stagione estiva. Diversamente ci sarebbe un brusco risveglio, con l'inevitabile ritorno alle restrizioni".
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Hub vaccini area Fiera, calendario aperture a dicembre Hub vaccini area Fiera, calendario aperture a dicembre Aumentano i giorni a disposizione per le vaccinazioni dopo il caos recente
Covid: crescono i casi a Gravina ma situazione sotto controllo Covid: crescono i casi a Gravina ma situazione sotto controllo I dati del bollettino settimanale della Asl
Emergenza Covid: nuove misure di sostegno ai cittadini Emergenza Covid: nuove misure di sostegno ai cittadini Contributi per famiglie e minori
Covid a scuola, 5 casi a Gravina Covid a scuola, 5 casi a Gravina Report dell’Asl conferma circolazione contenuta in terra di Bari
Scuole chiuse per vaccinazione antiCovid del personale Scuole chiuse per vaccinazione antiCovid del personale Per uno o due giorni. Ordinanza di Valente
Covid: centro vaccinale troppo affollato Covid: centro vaccinale troppo affollato Momenti di tensione e caos presso l’area fiera
1 Covid: bilancio settimanale, aumentati i contagi a Gravina Covid: bilancio settimanale, aumentati i contagi a Gravina In terra di Bari andamento contenuto della pandemia
Covid: monitoraggio scuole, casi in lieve diminuzione Covid: monitoraggio scuole, casi in lieve diminuzione Bollettino della Asl per l'intera provincia. A Gravina sono stati 2
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.