ristorazione
ristorazione
Territorio

Da lunedì la Puglia in area gialla

Vengono meno molte limitazioni. Riaprono musei, cinema, teatri

Dopo sei settimane in area rossa e due in arancione, con tutte le restrizioni e le limitazioni per vari settori economici e per gli spostamenti delle persone, da lunedì 10 maggio la Puglia passa in area gialla.

Queste sono le regole in area gialla in base alle disposizioni nazionali:
  • Divieto di circolazione dalle 22 alle 5, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità
  • Consentiti gli spostamenti in ingresso e uscita dalla regione. Raccomandazione di non spostarsi dalle 5 alle 22, salvo che per motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità e per assicurare la didattica in presenza
  • Spostamenti consentiti all'interno della regione verso un'abitazione privata, una sola volta al giorno, per massimo 4 persone, oltre figli minori di 18 anni, persone con disabilità o non autosufficienti
  • Chiusura degli esercizi commerciali all'interno di centri commerciali e assimilabili nei giorni festivi e prefestivi, salvo farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie
  • Regolare attività di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie
  • Per le scuole secondarie di secondo grado, didattica in presenza tra il 70% e il 100%, salvo laboratori e attività di alunni/e con disabilità e bisogni educativi speciali: in Puglia vige l'ordinanza di Emiliano sulla didattica a scelta, sino alla fine dell'anno scolastico
  • Didattica in presenza con uso obbligatorio della mascherina, salvo per bambini/e al di sotto dei 6 anni e con disabilità incompatibili con la mascherina: in Puglia vige l'ordinanza di Emiliano sulla didattica a scelta, sino alla fine dell'anno scolastico
  • Corsi di formazione pubblici e privati a distanza, salvo per medici e attività di formazione ministeriale
  • Raccomandazione di ricorrere al lavoro agile (smart working) nella percentuale più alta possibile
  • Mezzi di trasporto locali e regionali al 50% della capienza
  • Consentite le attività di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Consentito il domicilio e, fino alle 22, l'asporto. Regolare attività per la somministrazione di cibo e bevande in autostrade, ospedali e aeroporti
  • Chiusura di palestre, piscine, centri benessere, centri termali, impianti sciistici. Consentita l'attività motoria all'aperto presso centri sportivi e le attività riabilitative e terapeutiche. Gli spogliatoi dei centri non sono utilizzabili
  • Regolare attività dei servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, estetisti)
  • Consentiti gli spettacoli aperti al pubblico in cinema, teatri, altri locali con posti a sedere preassegnati, distanza interpersonale di almeno un metro e capienza massima consentita del 50% con massimo 1000 spettatori all'aperto e 500 al chiuso in ogni sala. Apertura dei musei
  • Chiusura di sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò anche all'interno di locali adibiti ad attività differente
  • Chiusura di parchi tematici e di divertimento, salve attività ricreative, ludiche ed educative
  • Sospensione di eventi, congressi, discoteche
  • Consentiti eventi sportivi riconosciuti dal Coni e dal Comitato italiano paralimpico a porte chiuse. Consentite all'aperto le attività sportive anche di squadra e di contatto
Il commento dell'assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco. "L'ordinanza del ministro Speranza che inserisce la Puglia nella "zona gialla" da lunedì 10 maggio non è un invito al "liberi tutti" - dice -. Dovremo continuare a mantenere tutte le cautele, evitando gli assembramenti che in ogni caso restano vietati, igienizzando le mani, usando le mascherine e mantenendo la distanza in ogni luogo, aperto o chiuso che sia. La circolazione del virus resta alta e la pressione sulle strutture sanitarie è ancora pesante. Non dobbiamo sprecare l'opportunità di tornare al più presto alla normalità, grazie anche alla campagna vaccinale e all'avvicinarsi della stagione estiva. Diversamente ci sarebbe un brusco risveglio, con l'inevitabile ritorno alle restrizioni".
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
La Puglia in area bianca da lunedì La Puglia in area bianca da lunedì In questa fascia non c'è il "coprifuoco". Ecco le altre disposizioni
Covid: crolla la curva dei positivi, a Gravina solo 4 nuovi casi Covid: crolla la curva dei positivi, a Gravina solo 4 nuovi casi Report settimanale dell’Asl su positivi e vaccini in Terra di Bari
Covid, 22 casi in una settimana. Crescono i vaccinati Covid, 22 casi in una settimana. Crescono i vaccinati Report settimanale della situazione covid
Covid: a Gravina in forte calo i nuovi casi Covid: a Gravina in forte calo i nuovi casi Vaccinazione: in una settimana circa 2400 somministrazioni
Decreto legge del governo, tutte le date delle riaperture Decreto legge del governo, tutte le date delle riaperture Palestre dal 24 maggio. Matrimoni dal 15 giugno. Il "coprifuoco" spostato alle 23
Vaccini anticovid, aggiornato il calendario delle prenotazioni Vaccini anticovid, aggiornato il calendario delle prenotazioni Si prosegue con i nati negli anni '60 e si comincia con i nati nei '70
La Puglia spera nel giallo, situazione migliorata in Asl Bari La Puglia spera nel giallo, situazione migliorata in Asl Bari Report settimanale: ecco i dati settimanali su contagi e vaccini a Gravina
1 Nuova ordinanza di Valente per l’emergenza Covid Nuova ordinanza di Valente per l’emergenza Covid Il provvedimento riguarda le ztl, i parcheggi a pagamento e i parchi
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.