Policenella giù la maschera al Vida
Policenella giù la maschera al Vida
Eventi e cultura

Commedia dell'Arte al Teatro Vida

Un trascinante Pulcinella per il sesto appuntamento della rassegna “Amattori…Insieme”

Sabato e domenica scorsi è andata in scena sul palco del Vida la commedia dell'arte, con "Policenella giù la maschera" commedia scritta, diretta e interpretata da Enzo D'Arco e presentata dalla Compagnia "La Cantina delle Arti" di Sala Consilina.

Protagonista della vicenda Puccio D'Aniello (Enzo D'Arco), soprannominato "Policenella"; orgoglioso e felice contadino che ama la sua terra e ne celebra i frutti e le cui giornate sono scandite dal lavoro nei campi di giorno e dalle bevute e dalle partite a carte in compagnia degli amici la sera.

Innamorato della romantica e ingenua Marchesina Marcellina (Antonella Giordano), il cui amore gli consentirebbe anche di migliorare la sua posizione sociale, Pulcinella è vittima delle burle dell'amico Nicolino (Marzio D'Arco), detto "'O scienziato" per avere completato le scuole elementari, che gli suggerisce di indossare una maschera per fingersi un nobile dal linguaggio forbito e conquistare così Marcellina, da cui era stato respinto.

Indossati il celebre camicione bianco, il cappello a punta e la maschera nera, Pulcinella fa breccia nel cuore di Marcellina, liberandone un'inattesa e focosa passionalità, viva anche dopo la scoperta di chi si cela dietro la maschera, quella maschera grazie al cui potere magico Pulcinella realizza le sue aspirazioni.

Efficace la messa in scena, con una scenografia che richiama i toni caldi della terra e del sole e che coinvolge il pubblico con la cosiddetta "rottura della quarta parete", quando Pulcinella si trova in mezzo al pubblico.

Brillante l'interpretazione degli attori, che danno vita - anche grazie alla ricercata gestualità, al linguaggio del corpo e alla modulazione della voce - a personaggi spiccatamente caratterizzati, come nella tipica rappresentazione della commedia dell'arte.

Ne emergono un Pulcinella vitale, trascinante e istrionico, un Nicolino dotto e burlone, una Marcellina sorprendente nella sua trasformazione da ragazzina romantica e ingenua a donna focosa e passionale una volta caduta vittima del fascino ammaliatore della Maschera.

Uno spettacolo brioso, coinvolgente e divertente, impreziosito anche dal racconto della leggenda di Pulcinella da parte dell'autore a fine spettacolo. Pulcinella rappresenta il popolo, di cui esprime bisogni ed aspirazioni: il bisogno di Amore e la Fame, intesa in senso lato come desiderio di migliorare la propria condizione, aspetti resi in modo efficace sia dal testo, sia dalla messa in scena.

Dopo il teatro classico, la tragedia greca, la tragicommedia, la commedia brillante ed il racconto musicale, il cartellone si è dunque fregiato di questo bel esempio di commedia dell'arte, a dimostrazione della varietà, ricchezza e valore culturale della rassegna.

Con "Policenella giù la maschera" si è chiuso il 2018 del teatro Vida, il cui sipario riapre i prossimi 10 e 11 gennaio con "A qualcuno piace Carlo", spettacolo cabarettistico di Carlo Maretti, quarto appuntamento con gli spettacoli presentati da attori professionisti.

La rassegna "Amattori...Insieme" torna invece il 12 ed il 13 gennaio con "Novecento", capolavoro della letteratura contemporanea di Alessandro Baricco, che sarà portato in scena dalla Compagnia Teatrale Artemisia di Bari.

di Andrea Mari
15 fotoPolicenella giù la maschera
Policenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la mascheraPolicenella giù la maschera
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.