scuola a distanza
scuola a distanza
Scuola e Lavoro

Respinti i ricorsi, resta in piedi l'ordinanza di Emiliano sulla Dad a scelta

Prima il Tar e oggi il Consiglio di Stato non accolgono le istanze di eliminare la Dad a scelta

Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato, Franco Frattini, ha respinto la richiesta di sospensione cautelare, riproposta in appello dall'associazione di promozione sociale "Scuole diffuse in Puglia" che voleva eliminare l'opzione, consentita dall'ordinanza del presidente della Regione Puglia Emiliano, di scegliere se la didattica a distanza rispetto a quella in presenza. Il Tar di Bari aveva già rigettato la stessa richiesta alcuni giorni fa.

La notizia è stata comunicata dalla Regione.

Il Consiglio di Stato ha ritenuto l'insussistenza di un danno "grave ed irreparabile" per i ricorrenti, in quanto in Puglia la didattica in presenza continua ad essere assicurata, e le famiglie che intendono avvalersene ben possono farlo. In sostanza, la deroga regionale introduce non già un regime di "chiusura" ma una facoltà, di ciascuna famiglia, di scegliere tra la didattica in presenza e la DDI, valutando – come genitori – ogni implicazione di tale scelta per il bene dei propri figli. Lo stesso giudice, pertanto, ha concluso che "la previsione opzionale offerta a ciascuna famiglia sia conforme al principio di proporzionalità e precauzione".

L'associazione "Scuole diffuse in Puglia" ha presentato il ricorso dopo la decisione del Tar, con lo scopo di sospendere l'efficacia dell'ordinanza di Emiliano, con questa motivazione: "L'ordinanza .- si legge in un comunicato - è stata emessa quando la regione era in fase di passaggio da zona rossa a zona arancione e neppure oggi con la puglia in zona gialla è stata soggetta a revisione. In Puglia da novembre scorso si sono susseguite ben quindici ordinanze regionali con cadenza mediamente quindicinale che hanno scoraggiato la normale attività didattica in presenza ed incentivato la didattica a distanza persino in zona arancione e gialla. La dad a scelta ha favorito la dispersione e l'abbandono scolastico soprattutto fra i preadolescenti di Scuola media e fra gli adolescenti della Scuola superiore alimentando ancor più le diseguaglianze sociali e il divario tra le famiglie lasciando ai margini i nuclei più fragili e creando diseguaglianze di trattamento in ragione di appartenenza geografica".

L'ordinanza dura sino alla fine dell'anno scolastico.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Ingresso con doppio turno complica l'avvio delle scuole superiori Ingresso con doppio turno complica l'avvio delle scuole superiori I presidi della provincia di Bari chiedono incontro urgente al prefetto
Trasporto scolastico, proposto il doppio turno alle superiori Trasporto scolastico, proposto il doppio turno alle superiori Orario differenziato per l'incremento delle corse degli autobus
20 Scuole, 281mila euro a Gravina Scuole, 281mila euro a Gravina Per il rientro e un nuovo anno in sicurezza
46 Regione garantisce: nuovo anno scolastico sarà in presenza Regione garantisce: nuovo anno scolastico sarà in presenza Riunito il tavolo permanente per esaminare vaccinazione e trasporti
Calendario scolastico, si torna in classe il 20 settembre Calendario scolastico, si torna in classe il 20 settembre Nella loro autonomia le scuole possono decidere di anticipare la data
Scuole chiuse per la vaccinazione del personale Scuole chiuse per la vaccinazione del personale Ordinanza del sindaco Valente. Il calendario del provvedimento
Nuova ordinanza di Emiliano, confermata la possibilità di scelta Nuova ordinanza di Emiliano, confermata la possibilità di scelta Le famiglie possono optare per la didattica a distanza
Covid: scuola, i dati tra positività e quarantene in Puglia Covid: scuola, i dati tra positività e quarantene in Puglia Sotto osservazione da parte della Regione le ultime due settimane
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.