processo
processo
Cronaca

Processo di secondo grado a Pupillo rinviato a novembre

A causa di un impegno parlamentare del suo avvocato. In aula anche Rino Vendola, legale della famiglia di Maria Pia Labianca

Era il 24 febbraio 1999 quando il corpo della ventenne Maria Pia Labianca fu ritrovato da un contadino in un casolare di campagna di Gravina in Puglia. A essere accusato dell'omicidio fu l'ex fidanzato, Giovanni Pupillo, condannato in primo grado a 21 anni di reclusione. Il movente fu considerato passionale in quanto avrebbe ucciso la vittima perché non voleva riallacciare la loro relazione. La sentenza venne emessa a oltre otto anni e mezzo dall'omicidio, precisamente il 13 luglio 2007, a conclusione di un processo durato più di sette anni nonostante ci fosse un solo imputato.

A distanza di oltre undici anni, l'agghiacciante storia torna a far parlare. Infatti nella data di oggi sarebbe dovuto cominciare il processo di secondo grado al 33enne Giovanni Pupillo; ma per un impedimento del difensore, l'Avv. Francesco Paolo Sisto, impegnato come parlamentare, è stato rinviato tutto. Il Presidente della Corte di assise di appello, Raffaele Di Venosa, ha accolto la richiesta e ha fissato l'inizio del processo al 23 novembre prossimo.

Giovanni Pupillo è in libertà da sette anni per scadenza dei termini di custodia cautelare e lo resterà in attesa della sentenza definitiva. In aula questa mattina c'era anche il legale della famiglia Labianca, costituita parte civile, l'Avv. Rino Vendola.
  • Processo
  • Giovanni Pupillo
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
1 Omicidio Capone, ecco le accuse Omicidio Capone, ecco le accuse Dopo cinque anni la svolta con l'esecuzione di un ordine di arresto
Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Il 43enne gravinese trovato morto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre
Omicidio di Rocco Desiante, si cercano due assassini Omicidio di Rocco Desiante, si cercano due assassini Ancora senza movente il giallo in Romagna per l'uccisione del 43enne di Gravina
Processo Tradeco, la giunta approva la costituzione di parte civile Processo Tradeco, la giunta approva la costituzione di parte civile Tre gli imputati per frode e abuso d’ufficio ai danni del Municipio
Costituirsi parte civile nel processo contro la Tradeco Costituirsi parte civile nel processo contro la Tradeco Dai Cinque stelle appello al sindaco e alla cittadinanza
In memoria di Pietro Capone In memoria di Pietro Capone Ad un anno dall’omicidio ancora nessun colpevole
Grano all’ocratossina: assolti Casillo e Dimaggio Grano all’ocratossina: assolti Casillo e Dimaggio Per il Tribunale non sarebbe provata la radioattività
Il bracconiere che ha ucciso don Cassol torna a lavorare Il bracconiere che ha ucciso don Cassol torna a lavorare Ma Resta comunque ai domiciliari
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.